Da 547 giorni 10 ore 36 minuti 34 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale
Cronaca Sardegna

Sardegna e Corsica: Luca Tilocca racconta le due “sorelle di mare”

Phone Doctor 1400

Olbia, 11 agosto 2019 – E’ uscito il 1 agosto e conta più di 11mila visualizzazioni su YouTube: stiamo parlando del nuovo singolo di Luca Tilocca in collaborazione con Canta U Populu Corso e i Tenores Untana Vona di Orgosolo.

Morostesa 2019

Un progetto unico nel suo genere, nato per suggellare un’unione storica tra due terre: la Sardegna e la Corsica. Due isole tanto vicine fino quasi a sfiorarsi divise solo da nove miglia marine e da confini di stato, ma che tanto hanno in comune a livello storico, culturale e linguistico.

“L’amore per la Corsica mi è stato trasmesso fin da piccolo da mio nonno.” – scrive Luca Tilocca nei titoli di coda del videoclip – “si chiamava Francesco Tilocca ed era di Putifigari, in provincia di Sassari. Aveva visto per la prima volta l’isola durante la seconda guerra mondiale, impegnato come militare di truppa, e ne era rimasto affascinato.”

“Mi descriveva una Corsica dai paesaggi incontaminati e mi raccontava, in particolare, delle sue vicende a Bonifacio, perla del Mediterraneo e cittadina che sorge su falesie a strapiombo sul mare, e dove il tempo sembrava essersi fermato al periodo della Repubblica marinara di Genova, che ne edificò le mura e la cittadella.”

Il video nasce proprio per riflettere questo amore: l’armonia dei paesaggi corsi e sardi che si fondono insieme come fossero un tutt’uno, così come il testo, diviso a metà tra le due lingue.

“Michele Pio Ledda ha scritto la parte del testo della canzone in lingua sarda caricando le parole di significati che sanno di magia ed emozionano. Michele come sempre, con la sua maestria, sa stupire per la capacità di comprendere e di rendere il progetto come nelle intenzioni.” – scrive Luca Tilocca.

“Jean Do Leca ha scritto la parte del testo in corso, manifestando l’amore che sente per la sua terra e per la “sua sorella di mare” la Sardegna. Ringrazio Jean per la pazienza e l’impegno dedicato al nostro progetto comune, nonché il gruppo “Canta U Populu Corso”, persone fantastiche che cantano in tutto il mondo portando sempre nel cuore l’amata terra corsa.”

Il canto, che è una poesia profonda, parte dalla Barbagia, precisamente dalle cime del Supramonte, da dove “Sa vohe” di Antonello Catgiu, uno dei Tenores Untana Vona di Orgosolo, trova la giusta atmosfera per iniziare i versi di un inno che, da subito, rivela amore e forte legame affettivo per “la sorella di mare” minore: legame che nessuno potrà mai recidere.

Geasar Aeroporto Olbia destinazioni 2019 londra parigi amsterdam barcellona 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto