Da 605 giorni 23 ore 37 minuti 25 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Politica Regionale

Sardegna, 1004 siti inquinati: si parte da La Maddalena

Bacchus 1085

Olbia, 02 ottobre 2018 – “Le bonifiche sono sempre state una priorità per la Giunta Pigliaru, sia per garantire la tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente che la riconversione del territorio ai fini del suo sviluppo economico e produttivo. E il nuovo Piano regionale di bonifica delle aree contaminate della Sardegna è uno strumento guida che fornisce un quadro aggiornato per procedere secondo l’impulso dato in questi ultimi anni“. Così l’assessora della Difesa dell’ambiente Donatella Spano che, oggi a Sassari, ha partecipato alla presentazione pubblica organizzata dal suo Assessorato nel calendario degli appuntamenti territoriali nell’ambito della procedura di Valutazione ambientale strategica (Vas).

IL CENSIMENTO.La fotografia accurata ci dice che dei 1004 siti censiti 232 hanno concluso gli interventi di bonifica, 476 hanno il procedimento in atto e deve essere attivata la procedura solo per il 29 per cento del totale. La superficie regionale contaminata riguarda circa 27mila ettari, sul 64 per cento dei quali, pari a 17mila ettari, sono state già avviate le procedure di bonifica“, ha proseguito la titolare dell’Ambiente, la quale ha voluto ringraziare il gruppo di lavoro interno all’Assessorato che ha aggiornato il documento precedente, ormai datato, improntando il recupero dei siti secondo il principio di minimizzazione del rischio ambientale, cioè con l’adozione delle migliori tecnologie disponibili e l’ottimizzazione delle risorse.

Spesati article

PROSEGUIRE IL PERCORSO.Scopo del Piano – ha continuato Donatella Spano è anche la definizione delle priorità per gli interventi di bonifica da finanziare con risorse pubbliche anche nei casi di sostituzione in danno, in modo da garantire il recupero delle situazioni a maggior rischio ambientale e per la salute pubblica. Abbiamo certezza di risorse per metà del fabbisogno per l’isola di oltre 150 milioni di euro impegnati e in corso di spendita e abbiamo avuto conferma dal ministero dell’Ambiente di nuovi stanziamenti per circa 38,5 milioni di euro“.

L’assessora Spano ha concluso citando gli importanti risultati anche nell’area di Porto Torres: “Il Piano ci dice che siamo sulla giusta strada e indica tutte le priorità per i futuri interventi affinché il territorio sia restituito alle popolazioni e sia leva di sviluppo e benessere“.

Geasar Aeroporto Olbia destinazioni 2019 londra parigi amsterdam barcellona 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto