lunedì, 27 settembre 2021

Informazione dal 1999

Politica

Rischio Idrogeologico: Nizzi chiede altri 6 mesi (di nuovo)

Il primo annuncio dei "6 mesi" risale all'inizio dell'anno

Rischio Idrogeologico: Nizzi chiede altri 6 mesi (di nuovo)
Rischio Idrogeologico: Nizzi chiede altri 6 mesi (di nuovo)
Angela Galiberti

Pubblicato il 04 settembre 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Durante la presentazione della proposta di variante al Pai, che ancora non è stata adottata e dunque non è ancora in vigore, si è parlato anche del piano alternativo. Il sindaco Settimo Nizzi ha nuovamente chiesto agli albiesi altri 6 mesi di tempo dopo averlo fatto a inizio anno, quando la giunta Solinas ha "bocciato" il piano Mancini. La tempestica di sei mesi, utili a redarre il progetto definitivo del cosiddetto piano Technital, è stato confermato dall'ing. Simone Venturini, il quale ha parlato di tempistiche contruattali. Di sei mesi in sei mesi, insomma, passa un altro anno senza un piano alternativo da sottoporre alla Regione.

Al di là delle dichiarazioni politiche, infatti, il progetto alternativo per essere appaltato deve comunque passare le forche caudine degli uffici regionali competenti. Se fosse bastato il progetto di fattibilità già inoltrato a suo tempo in Regione, questo avrebbe già preso la strada della valutazione, ma sono passati 9 mesi dalla bocciatura del piano Mancini e a quanto risulta non basterebbe quello studio per avviare la procedura (che infatti non è mai iniziata). Per cui, anche con i sei mesi rispettati da parte della Technital, servirà altro tempo per le valutazioni degli uffici regionali: la previsione di un appalto entro un anno è piuttosto ottimistica.