sabato, 06 marzo 2021

Informazione dal 1999

Sport

Porto Cervo: arriva l'Audi Sailing Champions League Final

Porto Cervo: arriva l'Audi Sailing Champions League Final
Porto Cervo: arriva l'Audi Sailing Champions League Final
Laura Scarpellini

Pubblicato il 16 ottobre 2020 alle 23:42

condividi articolo:

Arzachena, 17 ottobre 2020 - Da qualche giorno il mare di Porto Cervo si è animato di colore, con le imbarcazioni pronte a darsi battaglia fino all'ultimo soffio di vento. Con l'Audi Sailing Champions League Final, 13 nazioni con 27 team si sono ritrovate qui per la tappa finale del circuito. L’evento è stato fortemente voluto e organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda, con il supporto del partner istituzionale Audi e della One Ocean Foundation. Fino a domani, 18 ottobre, gli equipaggi gareggeranno sulle imbarcazioni J/70 dello Yccs. Sono state messe in programma 18 voli per 72 regate: la finale sarà tra le prime quattro imbarcazioni. La manifestazione si svolgerà nel pieno rispetto delle normative vigenti anti Covid-19, e del protocollo FIV. Si tratta del primo evento internazionale che organizziamo da quando è iniziata la pandemia. Tra i team partecipanti i favoriti sono quelli del Norddeutscher Regatta Verein dalla Germania, del Royal Danish Yacht Club e del Akhmat National Sailing Team dalla Russia. Iscritto alla finale anche il team italiano dell’Aeronautica Militare. Non poteva mancare nel corso dell'evento sportivo, una parentesi tutta dedicata alla sensibilizzazione della tutela del mare. Oggi in Piazza Azzurra a Porto Cervo viene infatti presentato a tutti i regatanti lo studio che la One Ocean Foundation divulga insieme al CNR di Oristano, legato alla qualità delle acque della Sardegna. Ai regatanti presenti verrà illustrata anche la spedizione scientifica di Oceano Scientific (partner di OOF) che, appena partita da Monaco a bordo del maxi-catamarano conosciuto in passato come Club Med, toccherà Roma, Porto Cervo, Barcellona. Con questa nuova avventura si intende raccogliere importanti dati scientifici sui contaminanti purtroppo presenti nel Mediterraneo, andando a sensibilizzare le comunità locali. Questa volta unitamente all'evento agonistico assistiamo ad un ulteriore appuntamento con la tutela del patrimonio marino, della Gallura e non solo..acebook