giovedì, 05 agosto 2021

Informazione dal 1999

Politica

Poltu Cuadu, ecco cosa si vuole realizzare con 2 milioni di euro

L'elenco completo dei progetti

Poltu Cuadu, ecco cosa si vuole realizzare con 2 milioni di euro
Poltu Cuadu, ecco cosa si vuole realizzare con 2 milioni di euro
Angela Galiberti

Pubblicato il 14 giugno 2021 alle 07:05

condividi articolo:

Olbia. Grazie allo scorrimento di una graduatoria nazionale di un bando del 2015, il Comune di Olbia può ottenere 2 milioni di euro sul bando nazionale per la riqualificazione delle aree degradate. Ecco nel dettaglio cosa potrà essere realizzato una volta che tra Stato e Comune di Olbia verrà firmata e resa operartiva l'apposita convenzione. L'intervento riguarda il quartiere di Poltu Cuadu.

Nella relazione tecnica, il Comune scrive quanto segue: "Che a seguito di nota del DPO n.0002538- P- 12/03/2021, da parte della Presidenza Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità, è emersa la necessita di rimodulare gli interventi più attinenti e in conformità alla proposta presentata in sede di Bando anno 2015, garantendo comunque la non sovrapposizione dei vari interventi, in particolare con le operazioni in corso cofinanziate con il programma ITI Olbia Città Sostenibile Solidale e Sicura, sempre nell’areale in oggetto. La missione e la visione strategica del comune si concretizza nell’obiettivo di completare ed integrare le varie attività con una progettualità rielaborata e coerente all’oggetto della candidatura a valere sul “Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbana e degradate” in oggetto, meglio evidenziate e puntualmente indicate di seguito a corredo della presente relazione. Si è pertanto adeguato l’intervento sul waterfront, già previsto nel progetto 2015, che va ad integrare
quello in corso di cui al progetto definitivo in corso di approvazione presso gli enti competenti. Pertanto a parziale modifica degli interventi approvati in data 18.11.2020 con deliberazione di Giunta Comunale n. 317, il progetto in oggetto, verrà rimodulato per ricomprendere le aree waterfront (già interessate dalla proposta 2015) e quindi permettere la ricucitura del quartiere con la restante parte della città attraverso dei percorsi ciclo pedonali e la valorizzazione delle aree di pregio ambientale con la connessione alle reti ciclabili esistenti o in progetto nel territorio urbano e con tutto il quartiere".

L'Amministrazione Nizzi, esattamente come per gli altri progetti portati avanti dalla Giunta Giovannelli Bis, ha attuato una rimodulazione coerente con lo spirito originario del progetto in perfetta continuità amministrativa.

Il primo intervento viene definito "Infrastrutture di connessione" e ha un costo di 200.000 euro: "L’intervento di riqualificazione, che interessa un areale di mq 3.300, permette un
collegamento attrezzato e in sicurezza con l’asilo esistente e con la via Modena e quindi con il nucleo storico delle case popolari dei primi anni 70 attraverso una viabilità carrabile e ciclabile".

Il secondo intervento costa 550.000 euro e riguarda la riqualificazione del fronte mare: "area di intervento di circa 18.500 mq, a nord il progetto prevede la salvaguardia, il potenziamento dei caratteri ecologici e vegetazionali e delle aree sul waterfront con interventi di pulizia e riqualificazione dell’area naturalistica, con nuovi sentieri pedonali idoneamente illuminati e pavimentati con materiali drenanti ecocompatibili ed in legno, assolutamente integrato con le tipologie e caratteristiche del progetto ITI, inoltre sarà riqualificata la viabilità esistente (via Macerata) integrata con un nuovo collegamento pedonale di particolare valore panoramico, che dalla piazza della chiesa di San Ponziano degrada verso il mare e si collega le aree di riqualificazione del waterfront e con la pista ciclabile prevista negli interventi ITI".

Il terzo intervento è in piena conformità con il progetto presentato nel 2015 per un importo pari a 190.000 euro. Si prevede la realizzazione di un campo da tenni e da calcetto.

 

Il quarto intervento si sviluppa a Ovest del terzo, in una porzione di area verde per un importo di 100.000 euro. Il progetto prevede la realizzazione viabilità e parcheggi con verde di collegamento con via Jesolo.

 

Il quinto intervento costa 60.000 euro: riqualificazione ex parco giochi con collegamento pista ciclabile esistente.

 

Poi, ecco il parco urbano: costo 350.000 euro. Si prevede la "riqualificazione e valorizzazione degli spazi verdi e parchi giochi in disuso che permettono la ricucitura degli spazi e delle attività esistenti con la “riconquista” degli stessi in una chiave intergenerazionale e di inclusione sociale attiva. realizzazione di un campo di basket".

Nella relazione si specifica che l'intervento 7 e 8 sono previsti nel programma ITI; mentre l'intervento 9 è la realizzazione del Community Hub, la cui gestione è stata recentemente assegnata.