lunedì, 08 marzo 2021

Informazione dal 1999

Generale, Salute

Perché la Sardegna rischia la zona arancione

In attesa dell'ordinanza guardiamo gli indici

Perché la Sardegna rischia la zona arancione
Perché la Sardegna rischia la zona arancione
Angela Galiberti

Pubblicato il 23 gennaio 2021 alle 10:57

condividi articolo:

Olbia. La Sardegna aspetta da ieri sera l'ordinanza che la farà passare dalla zona gialla a quella arancione: il Ministro Speranza, infatti, non ha ancora emesso l'ordinanza che tutti si aspettano. Ma perché l'Isola rischia di cambiare fascia? Ce lo spiega il monitoraggio che ogni settimana decide in che fascia sono le varie Regioni italiane.

Nel documento firmato dalla cosiddetta Cabina di regia si legge: "Nel periodo 30 dicembre 2020 – 12 gennaio 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,97 (range 0,85– 1,11), in diminuzione dopo cinque settimane di crescita. Questa settimana si osserva un miglioramento del livello generale del rischio. Ciononostante, nella maggior parte delle Regioni/PPAA si osserva un rischio moderato/alto di una epidemia non controllata e non gestibile ai sensi del DM del 30 Aprile 2020. Infatti si osserva una lieve diminuzione della probabilità di trasmissione di SARS-CoV-2; ma rimane ancora elevato l’impatto sui servizi assistenziali del Paese. In particolare, quattro Regioni/PPAA (PA Bolzano/Bozen, Sardegna, Sicilia, Umbria) sono classificate a rischio alto questa settimana. Tra queste, si segnala in particolare una Regione con un Rt puntuale compatibile con uno scenario di tipo due (Sicilia). Si rileva che due Regioni a rischio alto (PA Bolzano e Umbria) sono state classificate a rischio alto da 3 o più settimane consecutive (Tabella 1). questo prevede specifiche misure da adottare a livello provinciale e regionale in base al documento “Prevenzione e 0002602-22/01/2021-DGPRE-DGPRE-P - Allegato Utente 1 (A01) risposta a Covid-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale” trasmesso con Circolare del Ministero della Salute del 12/10/2020 Prot. 32732. Si osserva nella PA di Bolzano una incidenza molto superiore a 250 casi per 100.000 abitanti".

Nel monitoraggio settimanale vengono esposti i valori di tutti gli indici. Per quanto riguarda la Sardegna, aumentano i focolai e aumenta anche l'Rt che passa a 0,95 (range: 0.9 - 1.01). Altro indicatore rosso è il 3.1 (cioè la percentuale della variazione settimanale dei casi per data diagnosi) che aumenta del 2,4% con un'avvertenza: "è stato rilevato un forte ritardo di notifica dei casi nel flusso ISS che potrebbe rendere la valutazione di questi indicatori meno affidabile".

L'altro indice in rosso è il tasso di occupazione delle terapie intensive che è al 31%: la soglia di guardia è il 30%.

Ora si attende la pubblicazione dell'ordinanza da parte del ministro Speranza: secondo fonti governative, il passaggio in zona arancione sarebbe certo e viene accreditato dalle più importanti testate nazionali e regionali.