Da 433 giorni 23 ore 41 minuti 19 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale
Sport

PALLAVOLO: OLIMPIA SANT’ANTIOCO – MERIDIANAFLY OLBIA 2-3

Phone Doctor 1400
Come sempre la partita di Sant’Antioco non si può raccontare in
poche parole. Sono troppe le emozioni che il derby con i bianco blu ha
riservato anche questa volta. D’obbligo iniziare dal punteggio con
la Meridiana Fly che si aggiudica l’incontro per 3-2, ma come sempre dietro i cinque set c’è “tanta roba” come si commenta oggi sui social network.
La cronaca della partita deve essere divisa in due parti: l’inizio
gara condotto indiscutibilmente dal ragazzi di Giuseppe Lai che per i primi due set hanno menato le danze, lasciando poco spazio ai tentativi di reazione olbiesi; poi un terzo set conquistato da Trova e compagni al termine di una frazione moto sofferta, ma che ha acceso una fiammella tra le file biancorosse, diventata una bella fiamma nel quarto set ed infine un incendio che ha trascinato gli olbiesi al tie break. Nota di colore doverosa è rivolta al pubblico dell’Olimpia che come di consueto è stato protagonista indiscusso della gara.
Andando con ordine le prime due frazioni scivolano facili facili nel carniere dei sulcitani, 25/15 e 25/16 i parziali che descrivono benissimo il divario del campo. Lai sorprende i nostri con Berton titolare protagonista di una gara di altissimo livello, basti pensare che non è stato preso quasi mai stato dal muro olbiese.
Dall’altro lato alcuni dei volti nuovi della Meridiana Fly hanno
forse sofferto la pressione da derby non giocando ai livelli espressi nella prima parte di questo campionato.
Nel terzo si è detto la svolta, Fortunati butta nella mischia Trova
per De Rosas e Quarta per Paolocci e cambia la fisionomia della
formazione: il centrale si è presentato con un primo tempo sui tre metri ed ha alzato il muro scompaginando la tattica dell’Olimpia;
Trova ha dato il suo apporto in ricezione, all’attacco, ma
soprattutto al servizio che ha messo in apprensione la difesa
avversaria.
La necessità di marcare il centralone olbiese ha infine dato modo a Francescato, anche stavolta top scorer della gara con 25 punti, di andare a segno più agevolmente, senza trovarsi sempre contro muro il muro schierato.
Nella quarta frazione è stato il servizio degli olbiesi ha fare danni
tra le file avversarie, con Trova e Francescato a mandare mine nel campo avversario e mettere in difficoltà la ricezione dell’Olimpia, Dolfo che palleggia lontano da rete è meno preciso ed il gioco è fatto. Dall’altra parte della rete invece la percentuale in ricezione sale, con questa la possibilità per Boschi di giocare al centro e di conseguenza la difficoltà del muro avversario nel contrastare le bocche da fuoco biancorosse.
Riportato il conto set in parità sono gli olbiesi ad averne di più.
Rinoldo e compagni scompaiono sotto le bordate dei galluresi al
servizio ed in attacco. Frazione condotta dall’inizio alla fine
dalla Meridiana Fly che chiude 15/10 senza troppi problemi. Al termine della gara si accende qualche discussione, ma anche questo è il derby. Alla fine ci si lascia con un “ci vediamo ad Olbia” che non sa di minaccia ma di nuovo spettacolo.
Con questa vittoria la formazione del Presidente Marcetti consolida il primato in classifica, sfruttando la vittoria casalinga del Bergamo sul Correggio, ed allunga a +3. Adesso però è già tempo di mettere da parte l’euforia dell’impresa per concentrarsi sulla prossima gara casalinga che vedrà arrivare al Pala Deiana la Canottieri Ongina(PC). Orario di gioco inconsueto per questa gara che si disputerà alle 21 di sabato. Il pubblico certamente non mancherà, finora è stato determinante per tutte le vittorie casalinghe e dovrà esserlo anche stavolta.

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Morostesa
In Alto