domenica, 20 giugno 2021

Informazione dal 1999

Politica

Olbia, violenze in centro. Liberi: ordinanza Nizzi significa danneggiare molti per non punire pochi

Il durissimo attacco della lista contro il sindaco

Olbia, violenze in centro. Liberi: ordinanza Nizzi significa danneggiare molti per non punire pochi
Olbia, violenze in centro. Liberi: ordinanza Nizzi significa danneggiare molti per non punire pochi
Olbia.it

Pubblicato il 25 maggio 2021 alle 12:45

condividi articolo:

Olbia. Un comunicato durissimo: è quello della lista Liberi Olbia che commenta l'ultima ordinanza del sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, che ha come obiettivo quelli di vietare il consumo di alcol lontano e/o fuori dagli essercizi pubblici all'interno di un'area molto vasta che include il centro storico olbiese, teatro di una serie di scorribande avvenute lo scorso sabato.

"Siamo sconcertati dalla superficialità del provvedimento del Sindaco di Olbia, che limita la vendita di alcolici in centro, in relazione agli episodi di violenza di Sabato scorso, in diverse aree della città: da viale Isola Bianca a piazza Regina Margherita, passando per il molo Brin. Limitare in maniera così confusa e scomposta la libertà dei cittadini e il potenziale delle attività commerciali sino a fine Giugno, in questo particolare e tanto auspicato momento di ripartenza, è una vergognosa ed inaccettabile certificazione di incompetenza: significa danneggiare molti per non punire pochi", si legge nella nota stampa di Liberi.

"Le ingiustificabili azioni di pochissimi imbecilli, stanno categorizzando un'intera generazione di giovani educati che vogliono gestire al meglio la ritrovata socialità e libertà, nel rispetto di tutta la comunità. Imporre un vincolo in centro impedirà a questi piccoli gruppi di delinquenti che infettano le giovani compagnie olbiesi, che infastidiscono clienti e attività impennando a tutta velocità le loro moto, minacciando e spaccando bottiglie, di prendere la sopraelevata e acquistare casse intere di alcol in offerta in qualche discount di viale Aldo Moro? No. Avrà un unico effetto: limiterà la libertà dei cittadini, danneggerà turisti e imprenditori minacciati e colpiti da questi stessi ragazzi. Oltre il danno, la beffa. 
L’azione del Sindaco è paragonabile a sparare alle zanzare col fucile a pallettoni, incurante delle persone che gli stanno di fronte", prosegue la nota.

Infine, il consiglio: "Nizzi stia al passo e attivi immediatamente le forze di polizia locale, per supportare le nostre coraggiose forze dell’ordine nell’identificare e punire con decisione i pochi isolati gruppetti di delinquenti che stanno vessando, ormai da troppo tempo, la città tutta".