Da 740 giorni 3 ore 49 minuti 23 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Sport

L’Olbia vince a Siena, Mignani: “La reazione che ci voleva”

Le parole di Mignani e Kouko dopo l’importantissima vittoria di Siena

foto: www.olbiacalcio.com
Spesati orizzontale offerte

Olbia, 12 Dicembre 2016 – Missione compiuta. Con maturità e autorevolezza l’Olbia manda al tappeto il Siena, centrando la seconda vittoria esterna e scacciando via, con 90′ di grande agonismo, ansie e preoccupazioni indotte dalle ultime sfortunate uscite. Il ritorno alla vittoria ha il sorriso scalfito sui volti dei generosissimi ragazzi di Mignani che escono dalla pelouse del “Franchi” tra gli applausi del pubblico. Attenzione, concentrazione, cinismo. Stavolta l’Olbia non dimentica niente e fa schizzare alle stelle il valore delle tre parole d’ordine.

La cronaca del match, pur scarna di nitide occasioni da gol, racconta una sfida a lungo combattuta nella zona nevralgica del campo e spostata per lo più sull’asse della fisicità. Duelli aerei, contrasti, raddoppi. Siena e Olbia non si sono risparmiate un solo istante, ma alla fine ha prevalso la squadra più ordinata, equilibrata e affamata. La fase di studio, nella prima frazione, è stata più lunga del previsto. La mobilità di Capello e Vassallo genera scintille, ma la partita si accende solo al 40′, quando Kouko riceve palla da Geroni in transizione e pennella dal limite un destro a rientrare: gol.

ENI di Paolo Pisanu

Andare sul riposo in vantaggio fa acquisire ulteriore forza ai bianchi, che nel secondo tempo gestiscono in maniera impeccabile la forza d’urto dei locali. Colella ridisegna il proprio scacchiere in apertura di frazione, Mignani passa al 4-4-2 al 68′ con l’ingresso di Tetteh. L’Olbia ne guadagna in graniticità e arriva a sfiorare il colpo del ko con Muroni: il centrocampista, trovatosi solo nell’area piccola e con la porta sguarnita, impatta male con la testa un cross susseguente a un brillante spunto di Kouko. Nel quart’ora finale si depongono tutti i fioretti per sfoderare le spade che respingono l’assedio del Siena e che difendono una vittoria meritata, intelligente e salutare.

Il gol di Kouko, il terzo stagionale e il primo decisivo ai fini dell’assegnazione dei punti, è una gemma dallo splendore miliare. Mai l’Olbia aveva infatti sbancato il “Franchi” di Siena nei 9 precedenti di campionato giocati in terra toscana. Nel momento forse più complicato della stagione, la reazione dei bianchi è stata dunque dirompente. Rivelatrice, una volta di più, di un gruppo di giocatori dalle risorse e dalle potenzialità infinite. E soprattutto capaci delle più avvincenti imprese.

Non è una stata certamente una domenica come le altre per lui. Tornato oggi nello stadio che l’ha visto protagonista per un decennio per sfidare la squadra che ha difeso da capitano in Serie A, mister Mignani ha guidato i bianchi a una vittoria di grande prestigio. Un successo, quello in casa della formazione bianconera, che mancava nella storia della società olbiese: “Sono contento perché per noi era una partita fondamentale. Venivamo da due brutte sconfitte e oggi c’è stata la risposta che serviva. La squadra ha lottato e ha voluto fortemente portare a casa il risultato. Abbiamo fatto un primo tempo di qualità dove ci è mancato l’ultimo passaggio in alcune ripartenze. Il Siena? Ha lottato con carattere per cercare di raddrizzare il risultato, ma ha trovato di fronte una squadra che aveva voglia di tornare in Sardegna con i tre punti“.

Intelligenza e personalità, l’Olbia ha messo in campo la giusta tensione per aver ragione del Siena: “Ho visto nei mi ragazzi la voglia di sacrificarsi per il bene della squadra. Abbiamo fatto una grande partita sotto l’aspetto della tensione, dell’attenzione e della concentrazione. Oggi i ragazzi mi hanno reso doppiamente felice, sono stati esemplari“. Sull’accoglienza riservatagli da città e pubblico: “È stato molto bello, un’emozione sempre particolare tornare in questo stadio. Ho gradito tantissimo il forte affetto della gente“.

Il solito grande lavoro fatto di sponde, stacchi e contrasti. Ma soprattutto un pregevole gol che riscatta un dicembre sin qui deludente per l’Olbia. Daniel Kouko è il match winner di Siena: “Ci tenevamo a riprenderci dopo due sconfitte, il mister ci aveva chiesto di essere aggressivi e di provare ad attaccare la loro difesa sul terzo centrale. È andata bene e siamo molto felici“.

Stavolta è stata l’Olbia a essere letale con una ripartenza da manuale. “Ho ricevuto palla sull’esterno, sono rientrato sul destro e, con la sovrapposizione di Piredda che ha distratto il difensore, ho avuto lo spazio e il tempo di calciare sul secondo palo” così racconta il proprio gol l’attaccante ivoriano, che poi elogia il lavoro della squadra alla base della sua ritrovata confidenza con il gol: “Devo dire solo grazie ai compagni che mi mettono nelle condizioni di esprimermi al meglio“.

 

 

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto