Da 431 giorni 13 ore 35 minuti 52 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Eventi

Olbia, Unitre: ecco un viaggio nell’archeologia sotterranea olbiese

Spesati orizzontale

Aggiornamento del 04 febbraio: Per motivi organizzativi la conferenza Unitre presso il museo archeologico in programma per il giorno 7 febbraio, è rimandata a venerdì 8 febbraio, ore 17.30 sempre al museo.

Olbia, 30 gennaio 2019 – Il prossimo incontro con l’archeologia è fissato per il prossimo 7 febbraio a Olbia. Il Museo archeologico cittadino infatti ospiterà un incontro  con  due archeologi che ci illustreranno  gli ultimi ritrovamenti effettuati sul territorio gallurese con tutto il lavoro di ricerca e di studio che è stato compiuto per raggiungere questi affascinanti risultati.

Francesco Carrera e Rubens D’Oriano sono i responsabili della sede operativa di Olbia della Soprintendenza dei Beni culturali, pertanto conoscono molto bene il territorio. La sede di Olbia è  attiva dal 1978 ed  è stata istituita con Decreto Ministeriale del 1982, per garantire la tutela del patrimonio archeologico della città e del territorio della Gallura in modo attento ed incisivo. La cittadina dell’alta Gallura risulta essere una delle più importanti città di età storica della Sardegna, in quanto principale porto tirrenico dell’Isola. Frequentata dapprima dai Fenici (dalla seconda metà dell’VIII secolo a.C.) e dai Greci (dal 630 al 500 a.C.), è stata poi  una florida colonia cartaginese,  fino allo scadere del IV secolo a.C., ed infine in potere di Roma dal 238 a.C.

Spesati article

La sovrapposizione dell’architettura della città moderna nel corso del tempo su quella antica,  impone di certo  un controllo di tutti gli interventi che vanno a proporsi  nel centro della odierna area urbana. Si rendono quindi sempre  frequenti scavi archeologici d’urgenza al fine di monitorare costantemente il patrimonio giacente nel sottosuolo. Ecco che non mancano ritrovamenti di straordinaria rilevanza, come quello che ha portato nel 1999-2001 al recupero di 24 porzioni di relitti romani e medievali.

Questo di certo sarà solamente il punto di partenza per questo interessantissimo incontro culturale cittadino da non perdere, che ci darà da pensare ogni qual volta calpesteremo il territorio della nostra città pensando a cosa è celato sotto i nostri piedi. Non a caso, si parlerà anche della domus situata sotto l’ex Scolastico.

Olbia in fiore 2019 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Morostesa
In Alto