Da 978 giorni 8 ore 48 minuti 12 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Lettere

Olbia, tribunale e Covid: “riaprite la sede olbiese”

Brili immobiliare 1400

Olbia, 01 giugno 2020 – Riceviamo e pubblichiamo la lettera del Comitato Civico per l’istituzione del Tribunale a Olbia, coordinato dall’avvocato Ciriaco Pileri, indirizzata al presidente del Tribunale di Tempio Giuseppe Magliulo, al procuratore Gregorio Capasso e al Consiglio dell’ordine degli avvocati guidato da Carlo Selis.

Nella lettera, l’avvocato Pileri illustra le varie criticità dovute alle norme anti Covid-19 e propone una soluzione concreta per aiutare l’utenza del tribunale, la quale si trova principalmente a Olbia e nel suo hinderland.

Studio Dentistico Satta 300

Egregi Signori,

scrivo in relazione alla grave situazione venutasi a creare per effetto del Coronavirus, nel normale svolgimento delle attività del Tribunale di Tempio Pausania e della relativa Procura Della Repubblica con riferimento, soprattutto, alla consegna di copie, fascicoli ed altra documentazione da parte degli Uffici all’utenza.

Purtroppo, infatti, le rigide regole poste a protezione di tutti noi, richiedono il rispetto di procedure che, inevitabilmente, vanno ad incidere nella già delicata situazione del presidio gallurese. Mi riferisco alla nota particolarità del territorio del circondario ed alla distribuzione in esso dei cittadini prima ancora che degli operatori per cui la maggior parte dell’utenza deve recarsi a Tempio Pausania, principalmente dalla cosiddetta “Bassa Gallura”, Olbia in prima linea.

Nella predisposizione dei vari protocolli, tuttavia, di tale aspetto non si è tenuto conto e la conseguenza è che per ritirare anche un semplice foglio si debbano percorrere 70 km della strada, che ben conosciamo, ad orari inevitabilmente fissati per evitare assembramenti, spesso in giorni diversi, il che mal si concilia con la possibilità di recuperare in un’unica occasione tutti i documenti richiesti, ad esempio tra diversi Uffici o delegare il Collega cui è stato fissato l’appuntamento magari un’ora prima.

Sebbene tutti i Preziosissimi Addetti Amministrativi siano a più completa disposizione ed anzi cerchino in tutti i modi di venirci incontro, ai quali porgo indirettamente i nostri ringraziamenti, la situazione sta creando evidenti ed ulteriori difficoltà.

La lontananza del Presidio dalla stragrande maggioranza della popolazione se è stata per troppo tempo tollerata da volontà politiche a beneficio di pochi, deve oggi essere riesaminata con urgenza sia in chiave di necessaria revisione della geografia giudiziaria in generale, collocando il Tribunale ad Olbia, per la quale Vi richiedo sempre la massima attenzione e collaborazione, sia nel caso concreto, prevedendo la possibilità di consegnare la documentazione richiesta anche nella città di Olbia.

Sebbene la proposta faccia sicuramente sobbalzare qualcuno, stante la novità e singolarità di tale aspetto, dal punto di vista tecnico la questione sarebbe, in realtà, molto semplice, posto che le richieste di copie ed il pagamento degli oneri continuerebbero nella comodissima modalità telematica, quindi non ci sarebbe il rischio di smarrire marche da bollo o originali, il trasporto verso Olbia avverrebbe a mezzo dei Cancellieri e Assistenti che già qui risiedono e sarebbero ben disposti in tal senso, mentre la materiale consegna si potrebbe effettuare nel palazzo di Giustizia di via Loiri presso il Giudice di Pace.

Guardando un po’ più avanti ben si potrebbe ipotizzare di stampare direttamente la documentazione presso la Cancelleria di Olbia utilizzando modalità di smart working o accesso da remoto e, perché no, ipotizzare di celebrare anche le udienze urgenti nelle ampie sale a ciò dedicate, penso alle udienze di convalida degli arresti o quelle del Giudice Tutelare.

Spero che questa istanza non venga cestinata in automatico nella pattumiera delle sciocchezze, tacciata di campanilismo o cannibalismo o, peggio, bollata come strumentale sfruttamento dell’emergenza Covid.

La problematica di Olbia e Zone Limitrofe, soprattutto con l’auspicabile flusso turistico estivo, c’è e rimane! Certo della massima comprensione resto a disposizione, unitamente a tutto il Comitato che rappresento, per poter contribuire a migliorare gli aspetti tecnici e rendere possibile l’importante accorgimento.

In attesa di un Vostro cortese riscontro porgo cordiali saluti avv. Ciriaco Pileri – Presidente Comitato

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

Geasar summer 2020 1400
In Alto