venerdì, 22 ottobre 2021

Informazione dal 1999

Politica

Olbia, toto giunta: riconferme e volti nuovi

Ecco come potrebbe essere composta la giunta del Nizzi Quaterr

Olbia, toto giunta: riconferme e volti nuovi
Olbia, toto giunta: riconferme e volti nuovi
Angela Galiberti

Pubblicato il 13 ottobre 2021 alle 14:34

condividi articolo:

Olbia. Mentre si attende la proclamazione degli eletti che porterà al countdown per l'insediamento, si lavora anche sulla giunta. Non ci saranno particolari problemi per il sindaco Settimo Nizzi: se userà lo stesso criterio utilizzato nel 2016, le porte dell'esecutivo cittadino si spalancheranno per i consiglieri e le consigliere più votati/e. Gli assessorati da assegnare sono 8, la metà in teoria dovrebbero andare a tre/quattro esponenti di sesso femminile.

Quattro assessorati potrebbero andare a Forza Italia, la lista più votata sia della coalizione che in valore assoluto: Angelo Cocciu, il più votato con oltre 1500 preferenze, non ricoprirà il ruolo di assessore poiché incompatibile con quello di consigliere. Dovrebbe rimanere consigliere comunale. Si passa così ai più votati successivi: Sabrina Serra, Marco Balata Elena Casu, Bastianino Monni e Michele Fiori.

Se la regola è "più voti uguale assessorato" in teoria dovrebbero entrare nel governo cittadino Sabrina Serra, Marco Balata, Elena Casu, Bastianino Monni. E' verosimile che Elena Casu, alla prima esperienza, possa rimanere in Consiglio. Quindi, sempre in teoria, potrebbero diventare assessori Sabrina Serra (riconfermata), Marco Balata (riconfermato), Michele Fiori (riconfermato) e Bastianino Monni (new entry, ma con l'esperienza pregressa in Consiglio come presidente della Commissione urbanistica).

A questo punto, gli altri 4 assessorati potrebbero essere assegnati uno a ogni lista sostenitrice di Nizzi: verrebbe riconfermata Simonetta Lai ed entrerebbero Alessandro Fiorentino (Riformatori, una new entry), Marzio Altana (Psd'Az, assessore all'Urbanistica nel primo Giovannelli). L'ultimo posto sarebbe una lotta tra Udc con Giulietto Careddu e Lega (Vanni Sanna). Rimane la questione quote rosa, per cui Elena Casu (e/o qualche altra donna molto votata, e ce ne sono diverse) potrebbe rientrare in corsa.

Sempre che, ovviamente, gli assessorati rimanenti siano effettivamente 4 e non 3: rimane il dubbio dell'Urbanistica che, dal 2019, è rimasta in mano al sindaco Nizzi.

In ogi caso queste sono solo elucubrazioni di fanta politica: scopriremo le scelte del sindaco Nizzi, al suo quarto mandato, tra qualche giorno - poco prima dell'insediamento.