Da 833 giorni 7 ore 18 minuti 22 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale
approfondimenti

Olbia, Consiglio Comunale: salta la discussione su Spiritu Santu, rifiuti e Tari

iRiparo Olbia dieffe 1400 domenico castaldo

Olbia, 03 dicembre 2018 – Poteva essere un’ottima occasione per discutere della notizia più importante del momento, ma invece niente da fare: questa sera, in Consiglio Comunale, a quanto pare non si parlerà né di Tari né di Spiritu Santu, né tanto meno dell’indagine sui fanghi campani trattati in città.

La notizia è trapelata grazie alla minoranza consiliare, in particolare al Movimento 5 Stelle Olbia e alla consigliera comunale Maria Teresa Piccinnu che venerdì scorso, durante l’assemblea del Comitato di Frazione di Murta Maria, aveva lanciato l’appuntamento: cioè la discussione del punto 10 denominato “Approvazione Piano Economico Finanziario (Pef) anno 2019 al fine dell’applicazione della Tari (Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi)“.

Studio Dentistico Satta 300

Per discutere di questo punto, il Comune mette a disposizione tutta una serie di dati che riguardano la gestione dei rifiuti nel suo complesso: quantità prodotte, percentuale di differenziata, percentuale di indifferenziato, costi e così via. Dati molto interessanti che avrebbero certamente dato il “La” per una discussione politica su Spiritu Santu e sulla gestione della discarica, con un focus proprio sul trattamento dei fanghi campani.

“Non hanno messo a disposizione i documenti, quindi non si discuterà – ha detto Maria Teresa Piccinnu, consigliera comunale del Movimento 5 Stelle -. È un peccato, perché avremmo potuto finalmente parlare della gestione dei rifiuti alla luce dei dati aggiornati a ottobre, quindi freschissimi”.

La consigliera Piccinnu ricorda molto bene, però, i dati dell’anno scorso: “I dati del 2017 sono chiari – ha specificato la consigliera pentastellata -. La raccolta differenziata è calata. I dati aggiornati sarebbero stati di grande attualità. Al momento parliamo di una gestione dei rifiuti completamente affidata alla De Vizia, mentre l’Assessorato all’Ambiente è completamente assente. Il punto 10 avrebbe potuto essere spunto di riflessione, anche sulla questione fanghi prodotti a Olbia: avremmo potuto confrontare il dato olbiese con quello dei fanghi campani accolti in discarica”.

Se i documenti degli argomenti iscritti all’Ordine del giorno non vengono messi a disposizione almeno entro 24 ore prima della seduta, il punto salta: questo dovrebbe accadere al punto 10 dedicato alla Tari. Un punto che dovrà per forza essere discusso entro fine anno, visto che l’argomento è proprio quanto spende il Comune per la gestione dei rifiuti.

Altro dato su cui riflettere è la percentuale della differenziata che, secondo quanto affermato da Piccinnu, sarebbe calata: com’è possibile? Cosa sta succedendo nel territorio?

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

iRiparo Olbia dieffe 1400 domenico castaldo
In Alto