mercoledì, 08 dicembre 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Nera

Olbia sott'acqua: donna salvata dai Vigili del fuoco, tanti gli allagamenti

Una notte da dimenticare per tanti olbiesi

Olbia sott'acqua: donna salvata dai Vigili del fuoco, tanti gli allagamenti
Olbia sott'acqua: donna salvata dai Vigili del fuoco, tanti gli allagamenti
Angela Galiberti

Pubblicato il 25 novembre 2021 alle 12:01

condividi articolo:

Olbia. Non c'era alcuna allerta meteo e no, non è stato sufficiente "scaricare a mare" parte della perturbazione che ieri ha imperversato sulla Città di Olbia a partire dalla mattina e in particolare in tarda serata. Il maltempo, in autunno e inverno, non è una variabile eccezionale, eppure nella nostra città anche una serie di acquazzoni intensi creano problemi e soprattutto paure. Sì, paure: perché, non dimentichiamocelo mai, Olbia non è al sicuro dalle alluvioni perché la messa in sicurezza della città non è stata ancora concretizzata.

E così, ieri è stata un'altra notte con il naso all'insù e con gli stivali di gomma per tantissime famiglie. In via del Cisto, strada che "sbocca" sul Seligheddu, hanno tutti spostato le auto al sicuro quando hanno visto il livello del canale alzarsi sensibilmente. La strada, ovviamente, si è allagata a causa della pioggia.

Allagamenti anche in Corso Umberto e nel quartiere di San Simplicio, dove il problema è la capacità di smaltimento della rete delle acque piovane (oltre a eventuali tombini e griglie non pulite): anche in questo caso servirebbe ripensare totalmente i sottoservizi cittadini perché il clima è cambiato, la pioggia è più intensa in un breve tempo e dunque servono reti di raccolta e smaltimento più efficaci.

A Pittulongu, in alcune aree le strade si sono trasformate in fiumi da guadare: in una di queste, una donna è rimasta bloccata in auto per un'ora in mezzo all'acqua e ha dovuto attendere l'intervento dei Vigili del fuoco per essere tratta in salvo.

In via Tre Venezie è saltato il solito tombino, mettendosi di traverso e diventando un pericolo per la circolazione: oggi è transennato (ancora una volta).

In via Sangallo bassa, ancora allagamenti: è un problema che esiste da una trentina d'anni, ma non è stato ancora risolto in modo efficace.

In via Pasana è esondato il canale e alcuni garage si sono allagati. 

Il bollettino, è ovviamente, parziale: i punti in cui l'acqua si è fatta sentire minacciosa sono tanti e i cittadini chiedono risposte. In alcuni casi le chiedono da 20 anni, in altri da 8 anni: da quando la città si è accorta che l'acqua può uccidere. Cosa stiamo ancora aspettando?