Da 427 giorni 13 ore 49 minuti 12 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Cronaca Olbia

Olbia, turismo in prima linea: tutti i segreti del mercato tedesco

Nomasvello Olbia 1085

Olbia, 19 aprile 2018 – Con quasi due milioni di presenze nelle strutture ricettive isolane, nel 2017 la Germania è stata di gran lunga il principale mercato internazionale per la Sardegna, ma i margini di crescita sono ampi, legati a un cambio di prospettiva e alla strutturazione di un’offerta più vicina alle esigenze dei viaggiatori tedeschi. È quanto emerso nella prima delle due giornate di coaching dedicate al mercato tedesco e rivolto a operatori turistici e amministratori locali, in corso di svolgimento all’aeroporto di Olbia Costa Smeralda.

È il secondo appuntamento di Sardinia Tourism Call2Action, programma incontri di approfondimento professionale e confronto interattivo, attivato dalla Geasar, società di gestione dello scalo olbiese e sostenuto dall’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio, nell’ambito del Piano di promozione e comunicazione attraverso il sistema aeroportuale sardo.

Morostesa 2019

A rappresentare oggi l’assessorato e portare i saluti dell’assessora Barbara Argiolas, è intervenuto il direttore del servizio Promozione Pierpaolo Pisu: “Il progetto formativo è un percorso condiviso – ha detto in merito a Call2Action – che sta producendo ottimi risultati”.  A fare gli onori di casa il direttore commerciale di Geasar, Lucio Murru, che ha spiegato il motivo del coaching specifico (“focus sul mercato più importante per la Sardegna”) e ha auspicato “un nuovo approccio del sistema turistico sardo, meno autoreferenziale e più orientato ad apprendere gli aspetti di successo dei competitor e a sviluppare proposte che vadano incontro alla domanda e siano adatte alle nuove sfide del mercato”.

Offerta vicina alle esigenze dei viaggiatori. Il progetto è coordinato da Joseph Ejarque, esperto di marketing e destination management, nonché responsabile del piano strategico regionale partecipato avviato dall’assessorato del Turismo: “La domanda turistica oggi – ha spiegato – è evoluta ed esigente, mira allo stesso tempo al prezzo e alla qualità, al benessere fisico e mentale, ma soprattutto richiede una ‘personalizzazione’ dell’offerta, soluzioni su misura, con esigenze che spesso cambiano continuamente e oscillano tra low cost e turismo accessibile. Ancora – ha aggiunto Ejarque – i viaggiatori internazionali si attendono un elevato livello di “esperienzialità” delle proposte, vogliono ‘vivere’ l’autenticità della destinazione e della comunità. In particolare in Germania – ha concluso – quasi il 40 per cento dei viaggiatori guarda al prezzo ma vuole qualità, i tedeschi richiedono un relax attivo, vogliono fuggire dalla quotidianità, un’evasione che comprenda benessere, comodità, sensazioni da ricordare, sostenibilità ambientale e qualità dei servizi”.

Domanda del mercato tedesco. Il modulo ‘Coaching e networking Mercato Germania’ si avvale di partner internazionali di alto livello: è attivato dalla società svizzera di certificazione IAS Register-EnergetiCoaching ed è supportato dall’ente tedesco di ricerca NIT-ReiseAnalyse, che ogni anno effettua un’analisi sui viaggiatori tedeschi.

L’istituto tedesco è rappresentato a Olbia dal responsabile del settore ricerca, Dirk Schmucker, che ha fatto una lunga analisi sulle abitudini di viaggio e le esigenze dei viaggiatori tedeschi e ha parlato della percezione della Sardegna per i tedeschi.

Dalle ricerche è risultato che il viaggio è elemento costitutivo dello stile di vita dei tedeschi: 54 milioni di persone viaggiano per un totale di 70 milioni di viaggi; il 77 per cento fa più di una vacanza all’anno, il 23 per cento solo viaggi brevi. Nel 2017 in Germania sono stati spesi in totale 96 miliardi di euro in viaggi-vacanza, e la spesa media è di 73 euro.

Il 72 per cento dei viaggi è all’estero: la Spagna è la destinazione preferita, segue l’Italia. Il 29 per cento raggiunge destinazioni mediterranee europee. L’hotel è di gran lunga l’alloggio preferito all’estero. Le prenotazioni tramite agenzia rimangono le più vendute (ma in calo dal 40 a 31%), mentre è in atto un cambiamento strutturale a favore delle prenotazioni individuali online.

In cima alla lista dei desideri dei tedeschi ci sono bel tempo e bei paesaggi, relax balneare ‘attivo’, sicurezza personale, cucina locale e qualità dei servizi.

Un’altra attrazione in forte crescita è il contatto ‘diretto’ con la destinazione, vivere l’atmosfera, immergersi nella vita locale e interagire con la comunità. “La Sardegna si gioca le sue chance su questo aspetto – ha concluso Schmucker – l’offerta di esperienze autentiche unite al valore aggiunto della sua identità sono il punto di forza per essere altamente competitiva nel mercato tedesco”.

Programma. La seconda giornata, è dedicata a un networking, nel corso del quale si individueranno le condizioni-base per costruire prodotti turistici ad hoc, assegnando ai partecipanti obiettivi specifici da sviluppare in un arco di alcuni mesi. Dopo l’estate, a Cagliari, una seconda ‘due giorni’: coach ed esperti supporteranno gli operatori in un confronto attivo per verificare la fattibilità delle azioni pianificate e misurarne l’efficacia, affrontare le criticità e programmare ulteriori azioni.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto