Da 611 giorni 9 ore 14 minuti 35 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale
Politica Locale

Olbia, rischio idrogeologico. “Cosa fa il Comune?”, “Non voglio rispondere”.

Spesati orizzontale

Olbia, 12 giugno 2019 – Che fine ha fatto il rischio idrogeologico? Cosa sta facendo l’amministrazione Nizzi? E come sono i rapporti con la Regione Sardegna? Ieri sera, a queste domande, avrebbe dovuto rispondere il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, ma ciò non è avvenuto.

A cercare di dare una spiegazione alle pressanti richieste di informazioni da parte del Movimento 5 Stelle con gli esponenti consiliari Maria Teresa Piccinnu e Roberto Ferinaio, è stato – per l’ennesima volta – il Presidente del Consiglio Comunale Gian Piero Mura.

Morostesa 2019

In un’atmosfera sempre un po’ troppo sonnolenta, ieri è andato in scena un breve teatro dell’assurdo: da una parte domande secche a risposta chiusa, dall’altra risposte giudicate dagli interlocutori poco pertinenti.

Tutto è ruotato intorno all’interrogazione sul rischio idrogeologico presentata una ventina di giorni fa dal Movimento 5 Stelle: il suo obiettivo era conoscere lo stato dell’arte delle attività intraprese dal Comune di Olbia sul rischio idrogeologico.

Nulla di trascendentale, verrebbe da dire. Eppure, il trascendente ha spiccato il volo toccando vette “altissime”.

Partiamo dalle domande poste dal Movimento:

  • “Quali azioni ha avviato l’amministrazione successivamente alla notizia dell’effettiva disponibilità dei fondi statali e dell’insediamento del nuovo Consiglio Regionale”;
  • Qual è l’eventuale contenuto delle informazioni e interlocuzioni in possesso dell’Amministrazione al fine di programmare la messa in sicurezza della città di Olbia e le tempistiche previste”;
  • “Si chiede in ultimo di esporre quale sia lo stato dell’arte circa la messa in sicurezza della città e dei quartieri”.

A queste domande, su delega del sindaco Nizzi, ha risposto il presidente Gian Piero Mura che, nel suo lungo discorso, ha ripercorso un po’ la storia degli ultimi mesi. Citiamo i punti salienti:

  • “I fondi citati poc’anzi sono orientati verso il Piano Mancini (…) che giace orizzontale ancora allo Svap, non ha ottenuto ancora le autorizzazioni necessarie“;
  • “Il Comune di Olbia, com’è noto, non è il soggetto attuatore e non è il commissario”,
  • “È ben noto che il Comune di Olbia ha presentato un piano alternativo che si crede e si pensa e si spera sia molto più celere e completo dal punto di vista tecnico”.
  • “Qual è lo stato di fatto? Il Piano Mancini è fermo, noi speriamo che questa nuova Amministrazione regionale sia più ragionevole di quella precedente e riconosca al Comune di Olbia la dignità di soggetto esecutore e quindi restituisca ciò che stato tolto a questa amministrazione in modo che le opere possano davvero in quel momento”.
  • “Il piano Mancini costituisce l’opera incongrua principale di questa situazione idrogeologica della nostra città”.

Queste risposte non hanno soddisfatto i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, i quali hanno cercato di pungolare lo stesso Presidente del Consiglio Comunale.

“Nessuna risposta – ha detto Roberto Ferinaio -. Abbiamo assistito a una cronistoria che conosciamo tutti benissimo. È un immobilismo che francamente non mi aspettavo. Non c’è alcun tipo di risposta alla nostra interrogazione”.

Il botta e risposta tra il presidente Mura e il Movimento 5 Stelle è continuato.

Per Mura, le azioni importanti intraprese dall’Amministrazione Nizzi sono fondamentalmente due: l’aver proposto un progetto alternativo e aver cercato di sottoporre alla città un referendum. Inoltre, Mura ha espresso nuovamente la speranza che l’Amministrazione Solinas sia differente rispetto a quella Pigliaru.

Niente da fare: Piccinnu e Ferinaio non hanno mollato la presa e hanno reiterato le domande al Presidente Mura dando vita all’ennesimo botta e risposta condito da “Non ho detto questo”, “Non lo voglio dire”, “Avrei potuto licenziare questa interrogazione dicendo semplicemente che il Comune di Olbia è spettatore”.

Alla fine, dopo tante insistenze (“Io voglio sapere se c’è un’interlocuzione con la Regione”, ha detto Piccinnu), ecco la risposta finale di Mura: “Uno degli argomenti più importanti che ci ha colpito del Governatore Solinas è quando è venuto a Olbia e ha riconosciuto a Olbia la dignità che ci era stata tolta. Noi su quello ci siamo innamorati di questo Governatore”.

Solinas è venuto a Olbia durante la campagna elettorale.

Le reazioni a questo botta e risposta non si sono fatte attendere. Al Consiglio comunale di ieri ha assistito anche il consigliere regionale M5S Roberto Li Gioi.

“In assenza del Sindaco e del Vice Sindaco, il Presidente del Consiglio Comunale Giampiero Mura alla domanda contenuta nella nostra interrogazione su quali siano state le interlocuzioni avvenute tra l’Amministrazione Comunale e quella Regionale in merito alle opere sulla mitigazione del rischio idrogeologico in città, ha candidamente affermato: ‘Non voglio rispondere’. Una dichiarazione che ci lascia interdetti”, hanno commentato a caldo i due consiglieri Piccinnu e Ferinaio.

“Questa è l’ulteriore dimostrazione di quanto l’attuale amministrazione cittadina tenga alla sicurezza degli olbiesi. Sinceramente non ci aspettavamo un immobilismo di tale fatta che riteniamo inaudito”, hanno concluso.

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto