sabato, 27 febbraio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Olbia, nuovo miracolo d'amore sulla scalinata a San Simplicio

Successo per l'iniziativa solidale in favore dei bimbi bisognosi

Olbia, nuovo miracolo d'amore sulla scalinata a San Simplicio
Olbia, nuovo miracolo d'amore sulla scalinata a San Simplicio
Patrizia Anziani

Pubblicato il 21 febbraio 2021 alle 21:00

condividi articolo:

Olbia. Il miracolo d'amore solidale sulla gradinata della Basilica di San Simplicio si è ripetuto nuovamente. Anche oggi, nella giornata di raccolta solidale di beni di prima necessità per bambini, organizzata dall'Associazione Note di luce- coro di San Simplicio, la città di Olbia ha risposto con generosità all'appello per i più bisognosi.

La raccolta è cominciata questa mattina alle 9 e sono tante le famiglie con bambini che nel corso della giornata hanno voluto mostrare vicinanza e affetto ai più piccoli in questo periodo segnato anche dal terribile Coronavirus. Un successo inaspettato che gli organizzatori hanno attribuito ancora una volta alla profonda sensibilità dei cittadini:

"Grazie, Olbia è stata straordinaria rispondendo all'appello con una grande generosità e grande solidarietà. Se pensiamo che due mesi fa c'è stata un'altra scalinata di raccolta solidale più generale, ecco, vedere questo tipo di riscontro anche oggi non può che emozionare, soprattutto perché è una scalinata dedicata nello specifico ai più piccoli. I bambini toccano sempre il cuore, sarà che anche noi siamo genitori per cui dobbiamo solo essere soddisfatti e ringraziare per questa giornata all'insegna della solidarietà molto commovente." Così ha dichiarato la Presidente dell'Associazione Note di Luce Simona Giua.

"Anche questa volta Olbia si è dimostrata veramente straordinaria, una città dal grande cuore e a poco tempo dalla bellissima scalinata di Natale.  Ecco tanti cittadini hanno voluto mostrare veramente una grande solidarietà. L'Associazione ha voluto indirizzare l'aiuto al mondo dell'infanzia anche in considerazione del fatto che comunque i prodotti per i bambini sono spesso anche molto costosi.  La necessità di questa raccolta in particolare purtroppo è legata anche alla pandemia che ha determinato una grave crisi economica    - ha dichiarato la consigliera Maria Antonietta Cossu in veste di socia volontaria di Note di Luce.- Meraviglioso è stato l'apporto dei numerosi bambini che hanno portato le buste solidali accompagnati dai loro genitori. Questo credo che dal punto di vista educativo sia un bellissimo segnale". La città di Olbia ha risposto all'appello in un periodo di Quaresima difficile nella quale, prima di tutto, anche su invito del Vescovo della Diocesi di Tempio Ampurias, Mons Sebastiano Sanguinetti, tutti i fedeli sono chiamati alla carità. Quella carità che ci deve spingere ad una maggiore consapevolezza dell'importanza dell'aiuto reciproco anche in momenti di difficoltà  come questo segnato dalla pandemia.