mercoledì, 27 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Politica

Olbia, Leu: "Carzedda sub-commissario? Incarico inconferibile"

Olbia, Leu:
Olbia, Leu:
Olbia.it

Pubblicato il 15 maggio 2020 alle 17:05

condividi articolo:

Olbia, 15 maggio 2020 - Pietro Carzedda non può fare il sub-commissario della Provincia di Sassari-Zona Omogenea Olbia Tempio: ne è sicuro Eugenio Lai, consigliere regionale del gruppo Liberi e Uguali Sardigna.

Secondo LEU, infatti, l'incarico assegnato a Carzedda sarebbe "inconferibile". "E’ partita questa mattina la lettera indirizzata al Presidente Solinas, all’assessore agli Enti Locali Sanna e alla dott.ssa Silvia Curto (direttore generale della Presidenza), firmata da Eugenio Lai consigliere regionale di LeU Sardigna, sulla possibile causa di inconferibilità dell’incarico di sub-commissario della ex provincia della Gallura al sig. Pietro Vittore Carzedda", si legge nella nota stampa.

Secondo la missiva, potrebbe non essere sufficiente che il neo commissario si sia dimesso dal suo ruolodi consigliere comunale di Olbia in data 12 maggio.

La lettera cita il D.Lgs n. 39/2013, che all’articolo 7 dice che risultano inconferibili gli incarichi politici “a coloro che nei due anni precedenti siano stati componenti della giunta o del consiglio della provincia, del comune o della forma associativa tra comuni che conferisce l'incarico, ovvero a coloro che nell'anno precedente abbiano fatto parte della giunta o del consiglio di una provincia, di un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti o di una forma associativa tra comuni avente la medesima popolazione, nella stessa regione dell'amministrazione locale che conferisce l'incarico, nonché a coloro che siano stati presidente o amministratore delegato di enti di diritto privato in controllo pubblico da parte di province, comuni e loro forme associative della stessa regione".

L'articolo 7 dice che, a tutte le casistiche enunciate poc'anzi non possono essere conferiti:

a) "gli incarichi amministrativi di vertice nelle amministrazioni di una provincia, di un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti o di una forma associativa tra comuni avente la medesima popolazione;

b) gli incarichi dirigenziali nelle medesime amministrazioni di cui alla lettera a);

c) gli incarichi di amministratore di ente pubblico di livello provinciale o comunale;

d) gli incarichi di amministratore di ente di diritto privato in controllo pubblico da parte di una provincia, di un comune con popolazione superiore a 15.000 abitanti o di una forma associativa tra comuni avente la medesima popolazione.”

Il consigliere di LeU termina la lettera chiedendo gli atti e pareri di legittimità della nomina ai sensi della Legge 241/1990 ed invita la Giunta a revocare la nomina in autotutela nel caso in cui si dovessero ravvisare le cause di inconferibilità.