Da 731 giorni 10 ore 56 minuti 18 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Cronaca Gallura

Olbia: la stagione crocierstica parte con la Costa Voyager. Il monumento più fotografato? L’Alfa Romeo di Gianni Ponsanu.

Nomasvello Olbia 1085

alfa romeo ponsanu
Olbia – E’ approdata al molo numero 9 dell’Isola Bianca di Olbia alle 08 del mattino ed è ripartita alle 14. Con questi orari la Costa Voyager, proveniente da Corfù e diretta a Marsiglia, ha inaugurato la stagione crocieristica olbiese. Una presenza, quella dei turisti delle navi da crociera, che Olbia aspetta con ansia. Proprio loro, i vituperati crocieristi, durante la scorsa stagione hanno evitato il completo tracollo dell’economia turistica olbiese.
Ma com’è andata questa prima giornata? A giudicare dal movimento riscontrato in Corso Umberto si può dire “abbastanza bene”. I turisti, francesi di origine, hanno girovagato in su è in giù per tutto il centro storico senza disdegnare i negozi. I più gettonati, ovviamente, sono stati i negozi di souvenir e prodotti tipici. Le Cartoline sono state l’oggetto più ambito. Ma anche i negozi più alla moda in fatto di moda hanno avuto la loro attenzione. Fin qui tutto nella norma. Ma qual è il monumento più fotografato? Quali sono le bellezze olbiesi che vengono portate a casa come ricordo attraverso l’occhio elettronico della fotocamera digitale? L’oggetto più amato è L’Alfa Romeo rossa fiammante di Gianni Ponsanu, titolare del negozio “L’Ottico”.
“Ogni volta che so che c’è una nave da crociera – ha dichiarato Ponsanu – cerco sempre di portarla qui perchè so che piace molto ai turisti”. L’Alfa Romeo non può che non portarsi dietro aneddoti divertenti. “Una volta si è fermata un’intera famiglia di americani – ha raccontato Ponsanu con un sorriso orgoglioso – hanno fatto un sacco di foto, poi il padre ha raccontato ai figli la storia dell’Alfa Romeo e di quanto sia importante la casa italiana nel mondo”. La rossa fiammante di Ponsanu non è l’unico oggetto che attira i turisti curiosi. Anche la statua in piazza della Biblioteca è un must per il turista. Così come il cartello “Centro storico” posto di fronte al Municipio. Non uno scatto, invece, per i resti foro romano in via Dante. Del resto non c’è neanche un cartello che spiega cosa sono quelle rovine incastonate nel granito.
E il Museo Archeologico Peddone? Anche la Storia con la “s” maiuscola ha avuto i suoi avventori. Una decina di crocieristi si sono recati al Museo per visitare le varie sale. Secondo il custode, il mitico Pino, questi crocieristi si sono diretti a colpo sicuro all’isola Peddone per ammirare le navi romane. A una rapida occhiata, i francesi erano molto interessati e soddisfatti.

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto