sabato, 24 luglio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Giudiziaria

Olbia: il consigliere Pinna a processo per minacce

Il processo inizia

Olbia: il consigliere Pinna a processo per minacce
Olbia: il consigliere Pinna a processo per minacce
Angela Galiberti

Pubblicato il 12 giugno 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. La guerra in favore delle concessioni balneari a Olbia, avvenuta tra il 2019 e il 2020, ha lasciato uno strascico giudiziario decisamente pesante: al consigliere comunale Tore Pinna (Forza Italia) è stato notificato un decreto di citazione diretta per l'ipotesi di reato di minacce. La prima udienza, di fronte al giudice monocratico Tesi, è stata fissata per il prossimo 5 ottobre 2021. Secondo l'accusa del pubblico ministero, il consigliere Pinna avrebbe minacciato – a maggio 2020, nel periodo più acceso della questione “concessioni balneari” – il segretario della Federbalneari Claudio Maurelli.

In una telefonata del 5 maggio, il consigliere azzurro avrebbe detto a Maurelli: “Io ti ammazzo prima, non è che aspetto che tu minacci e vieni a casa ad ammazzarmi, no; io sto lì sotto casa con il sovrapposto, perché gli ho risposto a quell'altro che vado a caccia anche io, non ci va solo lui”. In una telefonata datata 8 maggio, invece, Pinna avrebbe detto riferendosi a una pubblicazione sui social: “avvisa chi vuoi delle persone che sono affianco a te... io vengo a casa a prendervi ad uno ad uno e vi sparo in testa... vi sto avvisando”.

I fatti contestati al consigliere Pinna sarebbero avvenuti durante il periodo di massima “lotta” in favore dell'estensione delle concessioni balneari.

Tore Pinna è difeso dall'avvocato Angelo Merlini, mentre Claudio Maurelli è difeso dall'avvocato Paolo Spano. Ora sarà il procedimento giudiziario a stabilire se ci sono eventuali responsabilità penali.

“L'unica cosa che mi dispiace – ha detto Maurelli – è che non ho ricevuto le minime scuse, la minima vicinanza da parte di un sindaco che rappresentava e rappresenta ancora oggi la città. Questo è veramente triste”.