Da 434 giorni 15 minuti 21 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale
Lettere

Olbia, guerra concessioni balneari: “Pul impugnato a breve”

Parco Porto Conte

Olbia, 22 marzo 2019Riceviamo e pubblichiamo la lettera/nota stampa che la Federbalneari ha scritto per ringraziare tutti coloro che stanno sostenendo la causa dei balneari olbiesi.

Questa battaglia non è una battaglia solo della Sardegna ma una battaglia nazionale contro un vecchio sistema di potere” lo afferma Mario Isoni, Presidente Regionale Federbalneari Sardegna. Vincere il vecchio sistema di potere, radicato nel tempo, tra Ente e concessionari consenzienti sarà una vittoria del comparto balneare nazionale.

Morostesa 2019

Importante la presa di posizione formale dei Senatori Maurizio Gasparri e Massimo Mallegni nonché la Deputata Deborah Bergamini di Forza Italia, che continuano a stare dalla parte dei Balneari Sardi Onesti, che pagano le tasse e che partecipano a migliorare il turismo in Sardegna.

È necessario ringraziare il grande sforzo del Governo e del Ministro Centinaio, sempre vicino a Federbalneari, grazie alla costante presenza del Vice Commissario della Lega Dario Giagoni ed i suoi pronti interventi a difesa del problema Balneare.

Di qui a breve un incontro per stabilire le linee guida Regionali 2019.

Quello che si percepisce a livello nazionale, è che un sindaco di una piccola città, si stia mettendo contro una intera categoria nazionale di 28.000 contribuenti del settore balneare tra le quali 200 olbiesi che non accettano più minacce velate vecchio stile, come un ipotetico aumento dei controlli verso coloro che si schierano a favore delle Leggi Nazionali.

Questa situazione coinvolge tutto il comparto nazionale, dice il Direttore Federbalneari Italia Marco Maurelli, e come tale abbiamo scelto di stare dalla parte dei balneari Sardi fornendo loro l’aiuto delle Istituzioni massime e delle Forze Politiche che lavorano duramente a favore della difesa della Legge Nazionale a firma del Ministro Centinaio.

In questa battaglia importante, come già accennato dal Segretario Regionale Claudio Maurelli, siamo pronti a vederci chiaro chiamando in aiuto anche l’Associazione Nazionale Anti Corruzione e a metterci a disposizione di tutti coloro che in Sardegna hanno compreso che le Leggi Nazionali non ammettono dubbi e interpretazione alcuna, come ben esplica tecnicamente il Sen. Gasparri nell’ultimo articolo.

Purtroppo dopo tanti ringraziamenti arriva sempre una brutta notizia: a breve anche i fantomatici pul comunali di Olbia saranno impugnati, e riscritti poiché non conformi alle leggi 494 del 1993 e alla legge 145 che come tutta Italia sa, norma la presenza e valutazione sindacale ai tavoli tecnici mai esistita ad oggi ad Olbia.

Per tutte le altre famiglie dei Balneari sardi Olbiesi e Nazionali, stiano pure tranquilli poiché vigileremo su ogni singolo movimento di tutte quelle particolari amministrazioni che stranamente dissentono dalle Leggi Nazionali e vi invitiamo sin a da ora a segnalarcele e interverremo anche li.

L’italia intera è dalla parte dei contribuenti balneari onesti, lo si evince dalla partecipazione e dai ringraziamenti che riceviamo e di cui ringraziamo il comparto.

A breve arriveranno le linee Guida Regionali, la circolare Regionale di recepimento dell’ampliamento dei titoli concessori, circolare da parte dell’Anci Sardegna.

Come è già chiaro a moltissimi oggi, Le attenzioni di Federbalneari non sono mirate a schierarsi con personaggi come Briatore sui canoni o ad andare contro un Ministro della Repubblica encomiabile come Centinaio, o a favore di chi transige le Leggi Nazionali in difesa del comparto, ma ad ottemperare i nostri doveri e qualora una amministrazione vada nella direzione contraria rispetto all’Italia intera, farla tornare nei ranghi.

Desideriamo anche ringraziare quei circa 40 ragazzi di Mari di Tarranoa, una non ben identificata associazione spuntata dal nulla, non sindacale e non riconosciuta da nessuna sigla nazionale di categoria, intervenuta paradossalmente contro il comparto balneare nazionale, rappresentando bene il Sindaco Nizzi, e andando contro il Ministro Centinaio, che con il loro intervento hanno dato un chiaro segnale ed un aiuto al loro Sindaco che ha finalmente trovato dei “buoni samaritani” che si sono resi disponibili ad andare a gara presto nel 2020. In bocca al lupo.

Questa uscita ci dà lo spunto per informare che Federbalneari non ha pochi
concessionari ma 2000 famiglie iscritte nella Associazione che lottano unite in tutte le regioni d’Italia per difendere la propria categoria dal vecchio sistema tra Enti Locali e pochi Balneari legati ai propri individualistici interessi.

Siamo sempre pronti a sederci ai tavoli per una apertura verso qualunque Comune per risolvere tecnicamente e ristabilire insieme il giusto clima che deve sempre esserci tra Associazioni di categoria e Enti Locali.

Questo invito lo facciamo anche ora per il Comune di Olbia.

Stiamo lavorando tutti i giorni senza sosta e chi condividesse questa battaglia a difesa dei balneari sardi troverà porte aperte nella nostra associazione sindacale sempre.

Presidente Faderbalneari Sardegna Mario Isoni
Segretario Federbalneari Sardegna Claudio Maurelli

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Potete inviare le vostre lettere, i vostri racconti e le vostre riflessioni a [email protected] specificando generalità e un contatto telefonico. I lettori si assumono la responsabilità di quanto scrivono. La Redazione di Olbia.it si limita a dar voce ai propri lettori e non necessariamente ne condivide il contenuto.

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto