domenica, 25 luglio 2021

Informazione dal 1999

Politica, Economia, News

Olbia, energia termica e impianti: concessione di 20 anni e gara da 16 milioni di euro

Ecco gli indirizzi per la gara d'appalto

Olbia, energia termica e impianti: concessione di 20 anni e gara da 16 milioni di euro
Olbia, energia termica e impianti: concessione di 20 anni e gara da 16 milioni di euro
Angela Galiberti

Pubblicato il 27 maggio 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. "Gara europea a procedura aperta per l'affidamento in concessione, mediante project financing , con diritto di prelazione da parte del promotore [...], dei servizi integrati di energia termica e manutenzione degli impianti tecnologici a servizio degli immobili del Comune di Olbia, con relativi lavori di efficientamento energetico, sulla base del progetto di fattibilità tecnic-economica presentato dal Promotore": è questo l'oggetto della delibera di giunta numero 91 approvata lo scorso 21 maggio e relativa a una delle più importanti gare d'appalto del territorio. 

A marzo 2021, sempre la giunta Nizzi, ha approvato la proposta di paternariato pubblico privato avanzata nel dicembre 2020 da Siram Spa: importanze azienda che opera nel settore dell'energia e che fa parte del gruppo francese Veolia. La proposta fatta, e poi approvata dall'Amministrazione guidata dal sindaco Settimo Nizzi, riguarda "la riqualificazione energetica, il servizio energia termica compresa la produzione di acqua calda sanitaria e i servizi di manutenzione ordinaria e straordinaria dei seguenti impianti esistenti all’interno degli edifici del Comune di Olbia". Per impianti si intende: impianti terminidi e di climatizzazione, impianti per la produzione dell'acqua calda sanitaria, impianti elettrici, di illuminazione e speciali; impianti di sollevamento, impianti anticendio, impianti idrico sanitari; adempimenti di legge e rispondenza alle norme degli impianti.

Nella proposta venivano elencati anche gli edifici oggetto di questa riqualifazione e messa a norma: gli edifici scolastici comunali, le sedi istituzionali, i fabbricati che hanno un uso sociale (per esempio il MusMat) e la sede del Giudice di Pace. La durata della concessione è stata fissata in 20 anni con un valore totale di 16.876.619 euro e un canone annuo pari a 790.000 euro più Iva di legge.

Nella delibera che dà gli indirizzi alla gara d'appalto si legge: "In base al progetto di fattibilità allegato alla proposta l’esecuzione dei lavori di efficientamento energetico comporta una riduzione dei consumi di energia elettrica a carico dell’Amministrazione; il risparmio minimo garantito è valutata in 729.494,57 kWh elettrici/anno, corrispondenti ad € 109.424,19 ad anno. Lo schema di convenzione prevede una clausola penale da applicare qualora il risparmio energetico a seguito degli interventi di efficientamento dovesse risultare inferiore al minimo garantito".

Con questa delibera si dà il via alle procedure per la pubblicazione della gara: una delle più importanti del Comune, a scadenza di mandato, che impegnerà l'amministrazione per i prossimi 20 anni. Gara per un servizio strategico, tanto quanto quello per la gestione dei rifiuti: anch'esso in scadenza.