domenica, 14 agosto 2022

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Olbia, è partita la Maker Faire: cittadini del mondo, fabbricatori del luogo

Tre giorni di innovazione e tecnologia al museo archeologico

Olbia, è partita la Maker Faire: cittadini del mondo, fabbricatori del luogo
Olbia, è partita la Maker Faire: cittadini del mondo, fabbricatori del luogo
Olbia.it

Pubblicato il 01 luglio 2022 alle 16:14

condividi articolo:

Olbia. Dopo l'avvio dei partecipatissimi laboratori (un vero successo per gli organizzatori), prende avvio oggi in modo ufficiale la Maker Faire Sardinia: l'evento dedicato alla tecnologia e all'innovazione organizzato dal Fab Lab Olbia coordinato dall'ing. Antonio Burrai e dalla sua squadra, più ovviamente il sostegno delle istituzioni.

Il motto di questo evento è stato ispirato alla visione del noto sociologo Bachisio Bandinu: "Cittadini del mondo, fabbricatori del luogo". La novità è che l'iniziativa olbiese, la cui prima edizione è del 2020, entra a far parte del circuito internazionale delle Maker Faire.

La Maker Faire Sardinia celebra la figura del maker e in particolare di tutti/e i/le maker sardi/e che, con il loro intuito e la loro immaginazione, trascinano la nostra isola verso il futuro. Nell'evento olbiese si incontrano mondi apparentemente lontani come l'artigianato, la modellazione computerizzata, il design, l'arte, l'impresa, accomunati da un solo concoetto: innovazione tecnologica.

"Questa mattina la Maker Faire ha aperto le sue porte dando il via ad una “tre giorni” innovativa, moderna e tecnologica nel nostro museo archeologico. È un “viaggio nel tempo”, tra l’identità dei segni del passato e le nuove idee per il futuro. Ringrazio il Fab-Lab di Olbia per il lavoro creativo di organizzazione e proposta culturale, dedicato sopratutto ai giovani che potranno vedere dal vivo le nuove frontiere del settore e magari anche percepire tante nuove opportunità professionali che passano per il settore dell’economia digitale e dell’innovazione tecnologica. Ringrazio tutti i partner che hanno aderito all’iniziativa rendendola attraente. L’evento accoglierà con entusiasmo tutti i visitatori che, sono sicura, saranno curiosi e numerosi", scrive Sabrina Serra, assessora alla Cultura del Comune di Olbia.

A livello di espositori, si può trovare veramente di tutto: l'unico denomintore comune è l'innovazione. C'è la game art di Mama Olbia, la nuova architettura di ALO, Progettazione Artigiana, il designer Luca Cosseddu e così via. Per scoprire questo mondo, bisogna recarsi al museo archeologico di Olbia questo fine settimana.