sabato, 03 dicembre 2022

Informazione dal 1999

Generale, Salute

Olbia e La Maddalena, chiusi centri analisi. Meloni (PD): "ennesimo taglio nella sanità gallurese"

L'interrrogazione in consiglio regionale

Olbia e La Maddalena, chiusi centri analisi. Meloni (PD):
Olbia e La Maddalena, chiusi centri analisi. Meloni (PD):
Olbia.it

Pubblicato il 06 ottobre 2022 alle 09:20

condividi articolo:

Olbia. Il consigliere regionale Giuseppe Meloni (PD) ha presentato l'interrogazione per denunciare il taglio dei servizi essenziali in Gallura. "Dopo la chiusura del centro analisi dell’ospedale Giovanni Paolo II di Olbia è di oggi la notizia della chiusura del Paolo Merlo a La Maddalena: ennesimo taglio nella sanità gallurese. Soluzioni immediate o tutti a casa. Una situazione che, se confermata, sarebbe gravissima in considerazione della condizione di insularità in cui vivono i cittadini maddalenini e delle risorse limitate assegnate ai laboratori privati convenzionati con il sistema sanitario pubblico".

"L’emergenza nella sanità ospedaliera di tutta la Sardegna, in Gallura in particolare, non è più ulteriormente tollerabile. Oggi ho presentato l’ennesima interrogazione per denunciare questo ulteriore taglio di servizi essenziali e invitare la giunta regionale a farsi carico del problema trovando delle soluzioni tempestive. E’ obbligatorio domandare all’amministrazione di centrodestra che da quasi quattro anni ormai governa la Regione se abbia seriamente intenzione di occuparsi della sanità sarda e gallurese".

"In particolare, ci interessa sapere se dopo aver sprecato tempo prezioso a non fare niente di quanto annunciato, l’amministrazione Solinas abbia intenzione di porre rimedio, stavolta senza annunci ma coi fatti, alla continua e gravissima emorragia di personale sanitario che sta condannando a morte gli ospedali galluresi. Finora abbiamo sentito solamente annunci continui, e puntualmente non seguiti da fatti, che riguardano rimpasti di giunta, piani casa, leggi omnibus e assetti degli enti locali. Noi pretendiamo serietà! Come minoranza abbiamo da sempre mostrato un grande senso di responsabilità, assicurando collaborazione e proponendo soluzioni utili per tutti, ma in assenza di un’immediata inversione di rotta non potremmo che chiedere le dimissioni non solo di chi guida l’assessorato regionale alla sanità ma anche dell’intera giunta regionale e del suo presidente", conclude Meloni.