giovedì, 05 agosto 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Olbia, dopo vari episodi di violenza i volontari de "La via della felicità" si avvicinano ai giovani

I lavoro dei volontari della fondazione "La via della felicità"

Olbia, dopo vari episodi di violenza i volontari de
Olbia, dopo vari episodi di violenza i volontari de
Olbia.it

Pubblicato il 17 giugno 2021 alle 10:23

condividi articolo:

Olbia. Proseguono in città le attività dei volontari della Fondazione La Via della Felicità, occupati in diversi ambiti: dall'ambiente, al supporto morale e confronto con i giovani. Così si legge nella nota dell'Associazione: "Dopo i recenti episodi in cui i ragazzi si sono messi in mostra con sciocche azioni di violenza, ha indotto i volontari a darsi da fare per contribuire al ritorno alla normalità. Con l'ennesima distribuzione del libro di L. Ron Hubbard dal quale la fondazione prende nome, i volontari stanno mettendo a disposizione dei ragazzi uno strumento attraverso il quale valutare le proprie azioni. L’ultima occasione nella quale è avvenuta questa attività è stata nella serata di lunedì 14 in cui decine di persone sono state contattate e alle quali il libro è stato regalato in centro ad Olbia".

"La Via della Felicità è un libro che contiene 21 precetti, è un codice morale e non è religioso. Per questo motivo il lettore può prendere in considerazione i contenuti senza sentire intaccato il proprio modo di vivere, ma allo stesso tempo lo mette in condizione da poter valutare se ci siano aspetti che può migliorare e se ci sia qualcosa da modificare. Durante l’iniziativa di lunedì i volontari hanno fatto cadere l’attenzione sul precetto “Dà un buon esempio” e, perfino nelle chiacchierate scambiate con le persone contattate, i volontari hanno potuto riscontrare un’immediata presa di volontà, come “se ognuno di noi decidesse di essere un buon esempio, a prescindere dal fatto che altri lo notino o no, inizieremmo a metter da parte invidie e aiutarci l’un l’altro”.

Conclude la nota: "Le attività proseguiranno anche nelle prossime settimane, sempre con la diffusione del libro, ma anche con attività che mettano in risalto i singoli precetti contenuti nel libro. L’idea è che aumentando il rispetto dei valori morali, potremmo mano mano aumentare la qualità della vita".