Da 427 giorni 13 ore 48 minuti 51 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Sardinia Ferries
Sport

Olbia, Veterans Judo: bronzo europeo per Francesco Degortes

Parco Porto Conte

Olbia, 20 giugno 2018 – Si è conclusa la 4 giorni dei Campionati Europei Veterans a Glasgow dal 14 al 17 Giugno organizzato dalla Britsh Judo Federation all’Emirates Arena.

Una vera è propria cittadella sportiva dove circa 800 atleti si sono contesi il titolo di campione d’Europa su 6 tatami. Un’occasione di Judo e di sport in primis, ma anche un’occasione per condividere una passione che spesso dura tutta una vita.

Morostesa 2019

Sono tanti, infatti, gli atleti di 60 e 70 anni che hanno combattuto come ragazzini e si sono abbracciati dopo ogni combattimento. Sabato 16 Giugno era la volta degli atleti M1, ovvero dai 30 ai 34 anni, quindi atleti in piena attività agonistica essendo ancora nella categoria dei senior che poco hanno da invidiare agli atleti più giovani.

Il Centro Sportivo Olbia era ovviamente presente con i suoi atleti Veterans Francesco Degortes nei 60kg, Raimondo Degortes nei 66kg e Pasquale Deiana nei 73kg accompagnati dal tecnico Fabrizio Biancu che ha seguito passo dopo passo gli incontri svolti dai forti atleti Olbiesi, oltre alle fasi di preparazione sotto la supervisione del Maestro 4° Dan Efisio Mele.

Nei 60 kg, l’atleta Francesco Degortes conquista un’importantissima medaglia di bronzo. Giunto alla semifinale ha lasciato il passo al forte atleta di casa Francis Colin che ha poi conquistato la medaglia d’argento contro il campione in carica il Russo Maximilian Kuzmin, lo stesso che proprio Checco Degortes ha battuto nella finale del Campionato del Mondo ad Olbia qualche mese fa.

Certo avrei voluto disputare la finale più importante e confermare la mia supremazia in categoria – ha detto l’atleta olbiese – ma non posso che essere soddisfatto per questo bronzo perché l’atleta britannico con cui ho perso ha comunque disputato una grandissima gara e io ho dato davvero tutto quello che avevo“.

Il fratello gemello, Raimondo Degortes, nei 66kg, anche lui campione del Mondo in carica non è andato oltre il 7° posto, ad un passo dalla finale per il bronzo fermato dal forte atleta francese Legrand, fratello d’arte del vice Campione Olimpico dei 73kg, poi giunto al 3° posto.

Per Raimondo è da fare un discorso a parte, perché le aspettative su di lui erano davvero alte, essendo titolare del mondiale ma anche del Campionato Europeo conquistato a Zagabria lo scorso anno. Una brutta lussazione al dito della mano sinistra gli ha pregiudicato la preparazione, lo stesso dito che ha ceduto subito al primo combattimento.

Contro il parere dei medici continua comunque la gara battendo un forte rappresentante della Lettonia, ma cede il passo, come detto, a Legrand poi medaglia di bronzo, che lo elogia e lo ringrazia a fine gara per avergli comunque concesso la possibilità di una bellissima battaglia fino all’ultimo secondo.

Anche per il 73 kg Pasquale Deiana è stata una gara ricca di soddisfazioni e di qualche rammarico. Raggiunge le semifinali dopo aver dominato la sua poul vincendo con autorità e determinazione. Purtroppo perde l’ingresso in finale, ad un passo dal sogno di una finale Europea, contro il tedesco, poi medaglia d’argento, che dimostra una buonissima impostazione judoistica che non permette al forte atleta olbiese di esprimere il suo judo.

Termina la sua gara al 5° posto, con un pizzico di rammarico ma con la consapevolezza di essere tra i più forti d’Europa nonostante il suo rientro da poco meno di un anno all’attività agonistica e ancora tanti margini di miglioramento.

E’ stata una gara molto dura – afferma il tecnico Fabrizio Biancu -, il livello era davvero alto e tutti, a questo livello, sono più agguerriti che mai. Eravamo gli uomini da battere, sin da subito avevamo gli occhi addosso, sia al controllo peso, sia in fase di riscaldamento. Molti hanno basato gli incontri proprio sul nostro judo. Essere i Campioni del Mondo e Campioni d’Europa in carica ha i suoi svantaggi, ma sono molto soddisfatto dei risultati. Abbiamo comunque perso con chi è salito sul podio e abbiamo lottato sino all’ultimo secondo. Siamo i migliori risultati nella classe M1, insieme ad un altro atleta sardo, Davide Ticca 5° nei 60kg. In queste competizioni dev’essere tutto perfetto per portare a casa il titolo e non gusta mai un pizzico di fortuna. Il nostro obiettivo ora si sposta a Cancun per difendere il titolo Mondiale. Questa parentesi Europea è stata fondamentale per capire quale direzione prendere per il futuro e concentrarci meglio su alcuni aspetti sia tecnici che fisici. Speriamo vivamente che le istituzioni ci diano una mano per la trasferta Messicana perchè i costi, per il nostro sport, sono spesso proibitivi. Siamo sicuri che si capirà l’importanza della competizione e del ritorno di immagine derivante da tali competizioni”.

Intanto, a breve, chiude la stagione del Centro Sportivo Olbia con il tanto sospirato passaggio di cintura. Un’altra festa e un’altra occasione per stare insieme e divertirci all’insegna di questa fantastica disciplina.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto