mercoledì, 14 aprile 2021

Informazione dal 1999

Politica

Olbia, Concessioni balneari: la Regione commissaria Nizzi

L'annuncio nella notte di Claudio Maurelli (Federbalneari): 7 Comuni commissariati

Olbia, Concessioni balneari: la Regione commissaria Nizzi
Olbia, Concessioni balneari: la Regione commissaria Nizzi
Angela Galiberti

Pubblicato il 27 febbraio 2021 alle 07:15

condividi articolo:

Olbia. Annuncio a sorpresa questa notte: a farlo è Claudio Maurelli, segretario della Federbalneari, il sindacato che da due anni lotta per l'ottenimento dell'estensione delle concessioni fino al 2033 in base a una legge nazionale. Ebbene, secondo quanto dichiarato da Maurelli, il commissariamento dei Comuni che non hanno applicato tale legge è avvenuto.

"Mi ha chiamato l'Assessore 1h fa e comunicato - ha scritto Maurelli ieri notte -, con non poca emozione, di aver fatto passare la Delibera di Commissariamento dei 7 Comuni Sardi: Olbia, Arzachena, Posada, Orosei, Quartu, Cagliari, Loiri Porto San Paolo. Dedico questa vittoria a tutti coloro che hanno lavorato dietro le quinte per aiutarci in questo epico risultato: il Presidente Mario Isoni in primis con cui mi sono sentito poco fa, tutti i nostri associati e amici che hanno resistito fino ad oggi. Grazie a quei politici che mi hanno criticato o provato a mettere il dubbio sulla forza della azione che stavo perseguendo. A tutti coloro che dicevano "non ce la farete in campagna elettorale", Ci avete fatto capire che dovevamo dimostrare ciò che affermavamo con ancora più forza.
Grazie a voi che talvolta avete dubitato del nostro operato, perchè ci avete spronato a fare di più".

E ancora: "Grazie a tutti coloro che sono saliti "sul carro dei vincitori". Fatelo pure, per noi l'importante era vincere questa battaglia per le famiglie sarde CHE MERITANO RISPETTO.
Ho volutamente mantenuto il silenzio in questi ultimi giorni, poichè preferivo uscire ora con la bella notizia. LA SARDEGNA È SALVA!! Sindacati, Politici di Destra Sinistra e Centro, Balneari dubbiosi, Potete brindare anche voi ora, questa vittoria la dedichiamo anche a voi".

La vicenda andava avanti da circa due anni e ha visto uno scontro ferocissimo tra la Federbalneari e il Comune di Olbia, tra i primi in Sardegna ad essere "contro" l'estensione delle concessioni. L'idea dell'ente guidato da Nizzi è sempre stata quella di mandare a bando le concessioni per rispettare la direttiva Bolkestein.

In questi due anni di dichiarazioni al vetriolo, molti tribuali amministrativi italiani si sono espressi a favore del rispetto della legge nazionale. L'Europa, in questo momento, chiede all'Italia il riordino del settore per poi espletare le gare d'appalto, altrimenti scatterà la procedura di infrazione.

Queste le dichiarazioni dell'assessore regionale all'Urbanistica, Quirico Sanna: "Le concessioni balneari verranno estese tutte al 2033 così come prevede la legge. Noi sardisti siamo abituati a mantenere fede agli impegni presi, abbiamo sempre detto che avremo difeso, fino alla morte, tutti gli imprenditori sardi e che non avremo permesso di fare alla sardegna quello che è stato fatto alla Grecia. Oggi in tanti si metteranno la medaglia al petto, ma questa è stata una battaglia sardista che conferma che i Sardisti hanno la schiena dritta e la dignità politica di uomini liberi che fanno quello che dicono .... con buona pace per chi in queste ultime settimane ha accusato il Sottoscritto di tradire ciò che aveva promesso .... a questi pavidi miserabili rispondo con i fatti.... ma ho buona memoria e ricorderò ad ognuno di loro le male parole spese contro di me. Ringrazio Claudio Maurelli e Mario Isoni che hanno sempre creduto e sostenuto l’azione amministrativa della giunta Solinas ed in particolare il lavoro portato avanti dai sardisti con il lavoro dell’assessorato agli enti locali finanze e urbanistica".