martedì, 19 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Politica, Cronaca

Olbia, Carbini scrive a Solinas dopo Bitti: "città non è sicura, sicurezza prima di tutto"

Olbia, Carbini scrive a Solinas dopo Bitti:
Olbia, Carbini scrive a Solinas dopo Bitti:
Olbia.it

Pubblicato il 01 dicembre 2020 alle 09:44

condividi articolo:

Olbia, 30 ottobre 2020 - Una voce di peso, all'indomani della tragedia di Bitti, si rivolge al Presidente della Regione Christian Solinas per sensibilizzarlo sulla pericolosità del territorio olbiese in merito al rischio idrogeologico e idraulico: è Gigi Carbini, coordinatore provinciale e vice coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, partito che sostiene con convinzione la giunta Solinas.

"In qualità di Coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia, partito che sostiene con forza e convinzione il governo regionale di centrodestra, ho preso carta e penna e ho scritto personalmente al presidente della Regione Christian Solinas. Innanzitutto ho voluto dimostrargli tutta la mia vicinanza personale e politica per quanto avvenuto a Bitti: un evento straziante e devastante che questa giunta regionale sta affrontando in maniera corretta e tempestiva. Da olbiese, che ha vissuto il terrore del 2013 in modo vivissimo e personale, sono profondamente addolorato per quanto avvenuto a Bitti e comprendo bene i sentimenti di paura, sconcerto, dolore che pervadono i cuori dei bittesi. Mi preme esprimere solidarietà a questa comunità e al suo sindaco, Giuseppe Ciccolini", scrive Carbini in una nota stampa.

"E mi preme sottolineare quanto gli olbiesi abbiano avuto paura nei giorni dell'allerta rossa: solo chi ha vissuto l'alluvione del 2013, la sua devastazione, i suoi morti, può capire cosa si prova a vivere in una città non sicura osservando il cielo e temendo la pioggia. Questo sabato, migliaia di cittadini del tutto spontaneamente hanno lasciato le loro case, non prima di averle sbarrate con delle paratie nella speranza di preservare i propri beni, i propri ricordi e la propria vita", spiega il vice coordinatore regionale di Fratelli d'Italia.

Poi, la stoccata: "Alla luce di questi fatti, trovo scellerato il vantarsi di non aver gestito realmente nulla da parte di persone che nel 2013 nemmeno c'erano. Temo che chi si sia trovato a gestire una fortunata non emergenza non abbia realmente capito qual è la pericolosità di questo territorio. Mi auguro fortemente che la giunta Solinas, nella quale confido e che sostengo con convinzione, dia una forte accelerazione alla messa in sicurezza della città di Olbia. Non sia mai che motivazioni politiche o affaristiche, che lavorano nell'ombra, abbiano il sopravvento sulla sicurezza degli olbiesi che viene prima di tutto, anche del consenso".

Politica

Politica