Da 461 giorni 5 ore 18 minuti 38 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale
Politica Locale

Olbia, canadair: “base olbiese perfetta, Alghero problematica”

Spesati orizzontale

Olbia, 02 maggio 2019 – La notizia dello spostamento della base operativa Canadari da Olbia ad Alghero ha raggiunto velocemente anche il Parlamento italiano, dove i parlamentari sardi si sono subito mossi con una interrogazione ad hoc.

A intervenire sono gli onorevoli del Movimento 5 Stelle Nardo Marino e Alberto Manca, che chiedono al Ministero competente di rivedere il trasferimento dei canadair.

Morostesa 2019

“La notizia di un imminente trasferimento della base antincendio della flotta Canadair dall’aeroporto di Olbia a quello di Alghero rischia di determinare pericolose ripercussioni non solo per il territorio gallurese, ma anche per l’efficienza complessiva del servizio antincendio, fino ad oggi svolto egregiamente in tutta la Sardegna e all’occorrenza anche al di fuori dei confini isolani”, spiegano i parlamentari sardi in un lungo e dettagliato comunicato stampa.

“La richiesta di rivalutare l’opportunità di tale trasferimento è stata formulata mediante un’apposita interrogazione rivolta al Ministero dell’Interno – spiegano i due onorevoli pentastellati -. Alla base dell’istanza vi sono ragioni di carattere esclusivamente tecnico”.

La base olbiese sarebbe la migliore sotto il profilo tecnico.

“La scelta di avere come base Olbia ha permesso di offrire un fondamentale supporto per le operazioni sulla parte centrale della penisola, in particolar modo su Lazio, Toscana e Campania, specie in anni critici come il 2012 o il 2017”.

“Considerato che il tempo di volo da Olbia a Ciampino è di circa un’ora (due ore tra andata e ritorno), atteso che la missione-tipo ha una durata massima di sei ore (limite massimo delle ore di volo di un singolo equipaggio)  lo stabilimento della base nel capoluogo gallurese ha finora assicurato a ciascuna missione una durata pari a ben quattro ore di operazioni sul fuoco”, specificano Manca e Marino.

“Con lo spostamento dei Canadair ad Alghero, il tempo di percorrenza di ogni  tratta verso la penisola (e viceversa) subirebbe un incremento di almeno 30 minuti, a causa della posizione ad ovest dell’aeroporto di Fertilia”.

“Ciò ridurrebbe di almeno un’ora il tempo massimo a disposizione per svolgere le operazioni di spegnimento, passando quindi da quattro a tre ore (o meno) sulle sei totali, con conseguente aggravio di costi, per giunta contraendo efficacia ed efficienza del servizio offerto”, si legge nella nota.

“Le criticità descritte si manifesterebbero in maniera ancor più evidente nel caso contrario, ovvero qualora si verificassero grossi incendi in Sardegna, in quanto eventuali velivoli provenienti dalla penisola ed impegnati in attività di supporto tecnico in operazioni, cambio equipaggi, trasporto di materiale ecc., dovrebbero  affrontare un viaggio più lungo per raggiungere la base sarda situata ad Alghero anziché ad Olbia”, continuano i due parlamentari.

Non solo: l’aeroporto di Alghero presenterebbe problemi maggiori sul fronte meteo.

“Inoltre, rispetto a quello gallurese, il territorio di Alghero è ben più esposto al vento predominante in Sardegna, il maestrale da Nord Ovest: nei casi in cui il medesimo eccedesse determinati limiti, potrebbe essere compromesso il decollo dei Canadair. Una simile situazione non si è mai verificata ad Olbia, ed è in tutta evidenza da scongiurare, atteso che le condizioni di forte vento determinano altresì un notevole incremento del rischio di incendi”, affermano Manca e Marino.

I due parlamentari ricordano inoltre le specificità della Gallura, in particolare il tipo di vegetazione presente abbinata all’altissima concentrazione demografica che si verifica d’estate.

“Appare opportuno non privare tale territorio delle attuali garanzie di pronto e tempestivo intervento dei Canadair. Tale situazione, peraltro, si inserirebbe in un contesto nel quale persino alcune basi elicotteristiche antincendio presenti nella zona corrono il rischio di perdere la loro operatività, poiché le relative strutture risultano carenti dal punto di vista urbanistico e prive delle certificazioni di sicurezza inerenti a determinati impianti tecnologici, come dichiarato in una nota del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale della Sardegna”, sottolineano.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Prink 1400
In Alto