Da 298 giorni 22 ore 13 minuti 33 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli.

Sardares 1400
Olbia Calcio

Olbia Calcio: battuta d’arresto con l’Arezzo

Phone Doctor 1400

Olbia, 11 aprile 2018 – La maledizione del turno infrasettimanale. E fortuna che non ce ne sono altri in calendario. Dopo le sconfitte contro Alessandria e Giana Erminio, l’Olbia cede all’Arezzo nel recupero della 28ª giornata al termine di una partita vibrante che i bianchi erano riusciti a incanalare nei giusti binari, subendo poi la reazione veemente della truppa amaranto allenata da Pavanel. Da 2-0 a 2-3, i ragazzi di Mereu vedono sfumare l’opportunità di bissare il successo roboante sul Livorno, pagando probabilmente pegno sul piano nervoso a distanza di appena tre giorni dalla battaglia.

PRIMO TEMPO. Eppure, in avvio, è un’Olbia sprint che lascia ben sperare. Passano appena 2′ e Ragatzu, accentrandosi dalla sinistra, inventa il gol dell’1-0 con un tracciante di destro che si insacca alle spalle di Ferrari. L’Arezzo avrebbe subito la chance di pareggiare, ma Aresti si supera prima su Cellini e poi su Foglia. L’Olbia attende e al 17′ punisce ancora l’Arezzo con una ripartenza letale: Ragatzu si invola sulla destra, va sul fondo e mette dentro una palla invitante che Biancuspizza e deposita nell’angolo lontano: 2-0. Bello, bellissimo, ma è proprio qui che viene fuori la forza di un Arezzo generoso e mai domo. E al 29′ Cenetti riapre la partita: Benucci mette dentro dalla sinistra e la mezzala, indisturbata, fa 2-1. Un minuto dopo Di Nardo sfiora il pari, mentre al 36′ Senesi alza bandiera bianca dopo uno strappo repentino che manda fuori giri Muscat: fitta al flessore e cambio con Silenzi.

Phone Doctor 1400

L’Olbia sembra tenere botta, ma al 41′ l’Arezzo trova la rete del 2-2con Cellini, che non sbaglia il tap-in da pochi passi.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa le squadre entrano in campo decise a spezzare nuovamente l’equilibrio, ma chi ne ha di più è l’Arezzo, forte anche dei cambi comandati da Pavanel a inizio frazione (dentro Luciani e De Feudis, fuori Varga e Foglia) e al 54′ (cambio del tandem: Moscardelli e Cutolo per Cellini e Di Nardo) che danno ulteriore freschezza e vivacità all’undici amaranto. Murgia spreca dal limite al 52′, Moscardelli non è preciso sul suggerimento di Cutolo e al 64′, dopo un lampo nello stretto, calcia sull’esterno della rete. Passano i minuti e la pressione dei toscani si fa sempre più forte, tanto che al 66′ Aresti ricorre al prodigio per stoppare ancora una volta una conclusione di Moscardelli. Mereu cerca di spezzare il ritmo forsennato degli ospiti con l’ingresso di Geroni, che al 72′ impegna Ferrari dalla distanza. Un minuto dopo Moscardelli di testa colpisce la traversa proprio mentre la pioggia inizia a cadere più forte sul Nespoli. Nel quarto d’ora finale le due squadre alzano il pedale e respirano, Silenzi ci prova con un diagonale all’84’ che Ferrari blocca a terra. La doccia gelata, per l’Olbia, arriva al 91′Cutolo calcia forte la punizione dal limite, la barriera devia e indirizza la palla direttamente all’angolino: 2-3 e festa aretina in campo.

Tra tre giorni c’è però un nuovo capitolo da scrivere. Sempre al “Nespoli”, contro il Prato e non sarà un turno infrasettimanale. I bianchi vanno a caccia dello storico traguardo playoff.

TABELLINO
Olbia-Arezzo 2-3 | 34ª giornata

OLBIA: Aresti, Delvecchio, Dametto, Iotti, Cotali, Biancu (83’ Choe), Muroni, Feola (83’ Pennington), Murgia (69’ Geroni), Senesi (37’ Silenzi), Ragatzu. A disp.: Van der Want, Manca, Pisano, Vasco Oliveira, Mossa. All.: Bernardo Mereu.
LIVORNO: Ferrari, Semprini, Muscat, Varga (46’ Luciani), Della Giovanna (62’ Ferrario), Benucci, Cenetti, Lulli, Foglia (46’ De Feudis), Cellini (54’ Moscardelli), Di Nardo (54’ Cutolo). A disp.: Perisan, Talarico, Ferrario, Mazzarani, Cutolo. All.: Massimo Pavanel.
ARBITRO: Daniele Viotti di Tivoli. Assistenti: Dario Gregorio (Bari), Alessandro Colinucci (Cesena)
MARCATORI: 2’ Ragatzu (O), 17’ Biancu (O), 29’ Cenetti, 41’ Cellini, 91’ Cutolo
AMMONITI: 34’ Muscat, 44’ Lulli, 47’ Della Giovanna, 72’ Geroni (O), 75’ Cenetti
ESPULSO: 88’ Moscardelli
NOTE: Spettatori: 703. Recupero: 2’pt; 4’st

Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Idea Service Noleggiare auto olbia cagliari noleggio lungo termine mezzi commerciali aeroporto
Commenti


Virali

ASPO orizzontale
In Alto