domenica, 25 luglio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca

Olbia, ammanco di oltre 375 mila euro: licenziati 3 dipendenti

Olbia, ammanco di oltre 375 mila euro: licenziati 3 dipendenti
Olbia, ammanco di oltre 375 mila euro: licenziati 3 dipendenti
Olbia.it

Pubblicato il 30 ottobre 2020 alle 08:15

condividi articolo:

Olbia, 30 ottobre 2020- A Olbia tre dipendenti di una nota concessionaria, la GLM, sono stati licenziati perché ritenuti responsabili di un ammanco di 375mila e 743 euro nelle casse dell'azienda.

La cifra mancante, guadagno delle vendite, è stata accertata dalla Procura. Gli indagati tutti olbiesi sono stati licenziati. Secondo le accuse del sostituto procuratore Nadia La Femina il responsabile delle vendite D.R. in concorso con I. I. addetto alle vendite e R. C. impiegata amministrativa, verifica cassa e con mansioni di immatricolazione, avrebbero operato una serie di raggiri di natura contabile per intascare alcune somme dalle vendite auto fino ad arrivare alla oltre 375 mila euro di ammanco.

I fatti risalirebbero agli anni 2017, 2018, e 2019. La somma complessiva degli ammanchi sarebbe costituita da 14mila 500 euro trattenuti dalla vendita dell’usato, oltre 160mila euro ricavati dalla vendita delle auto nuovo, infine 74mila euro relativi agli ammanchi di cassa.

Come riporta La Nuova Sardegna L’inchiesta era stata condotta dalla Guardia di finanza sotto la guida del capitano Carlo Lazzari, in seguito alla denuncia presentata in Procura dai proprietari della concessionaria. I tre olbiesi ora accusati di truffa aggravata sono difesi dagli avvocati Marco Pettita, Antonello Desini ed Emanuela Provenzano e rigettano ogni accusa. La battaglia si svolgerà in tribunale.