Da 980 giorni 9 ore 3 minuti 0 secondo questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale offerte
Cronaca Sardegna

Nord Sardegna, spaccio di droga: sgominata banda

Brili immobiliare 1400

Sassari, 19 ottobre 2018 – Nell’ambito di un’inchiesta contro il traffico di stupefacenti, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Sassari, coadiuvati da quattro Compagnie (Alghero, Sassari, Porto Torres, Napoli) e dal Nucleo cinofili nonché dallo Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sardegna, ha arrestato sei persone ritenute responsabili di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti in concorso. Contestualmente, sono state eseguite perquisizioni locali e personali a carico di ulteriori 16 indagati.

“Nel marzo del 2015, le attività info-investigative si concentrano sulle effervescenze che interessano le piazze di spaccio di Sassari e Porto Torres, ove una serie di contrasti interni tra pusher, riconducibili a debiti insoluti, inducono il mercato a cambiare i canali di approvvigionamento della cocaina – si legge nella nota stampa –. Il nuovo fornitore viene individuato in tale Gino, personaggio originario di Napoli e domiciliato a Porto Torres, il quale è in grado di assicurare la disponibilità di ingenti quantitativi di cocaina di eccellente qualità. Gli approfondimenti informativi su quest’ultimo hanno dato lo spunto all’indagine odierna, incentrata su un sistematico e rimunerativo flusso di “cocaina” che raggiungeva la Sardegna da Napoli sfruttando il servizio postale”.

Spesati article offerte 300

Soggetto cardine dell’investigazione è risultato un pregiudicato di origini napoletane e residente a Porto Torres che, secondo gli  investigatori, sarebbe riuscito a creare un canale di approvvigionamento con un un presunto esponente del Clan “Mazzarella” di Napoli.

La droga, secondo l’Arma, veniva trasportata in Sardegna in confezioni di peso variabile inserite all’interno di libri voluminosi. La droga veniva spedita a una persona in particolare, che è stata arrestata: si tratta di una casalinga di Sassari.

Arrivata a Sassari, la cocaina aspettava l’arrivo dei presunti complici che la prendevano e la trasportavano in un altro appartamento dove veniva suddivisa e successivamente data ai presunti spacciatori (destinatari del provvedimento di perquisizione domiciliare).

La “cocaina”, contraddistinta dall’elevatissimo grado di purezza pari all’83%, era destinata a tutto il nord Sardegna ed il traffico stimato in 1 Kg circa alla settimana era in grado di generare un profitto complessivo di oltre 1 milione di euro al mese.

Le ipotesi investigative dei militari operanti, coordinati dalla Direzione Distrettuale, sono state tradotte in richiesta di misura cautelare e condivise dall’Ufficio del G.I.P. del Tribunale di Cagliari che concordando con la ricostruzione degli inquirenti ha riconosciuto le responsabilità del gruppo criminale che agiva secondo logiche di un vero e proprio mercato articolato su una solida catena di distribuzione.

Il provvedimento restrittivo odierno dispone la custodia in carcere per:

  • L.R.I, 46enne, Porto Torres;
  • S.D.O., 33enne, Porto Torres;
  • M.G.G. 52enne, Sassari;
  • V.F. D., 60enne, Sassari;
  • M. A.D. C., 28enne, Napoli;
  • G.V., 57enne presunto esponente del Clan Mazzarella, Napoli.

Tra i destinatari di perquisizione e tuttora indagati:  C.S. 51enne, P.L. 35enne, A.D. 33enne, U.L. 31enne, P.G. 61enne, S.D. 38enne, C.D. 42enne, C.A. 46enne, A.S. 55enne, A.A. 34enne, A.C. 39enne e F.G. 47enne della provincia di Sassari; R.B. 49enne, R.P. 73enne, N.R. 45enne, e C.M. 55enne di Napoli.

Nel corso delle investigazioni sono state già arrestate altre tre persone, nonché sequestrati, complessivamente, 265 gr. di “cocaina”, 1,250 Kg di “marijuana” e 51 piante di “cannabis indica”.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

Geasar summer 2020 1400
In Alto