martedì, 07 dicembre 2021

Informazione dal 1999

Politica

Navone e incompatibilità, presentate osservazioni: "il vaso di Pandora è aperto"

La minoranza pronta al contrattacco

Navone e incompatibilità, presentate osservazioni:
Navone e incompatibilità, presentate osservazioni:
Olbia.it

Pubblicato il 15 novembre 2021 alle 13:03

condividi articolo:

Olbia. Si arricchisce di una nuova puntata la querelle sulla presunta incompatibilità di Augusto Navone tra il suo ruolo di direttore dell'Amp Tavolara e la sua elezione in Consiglio Comunale. Dopo la notifica della deliberazione del Consiglio Comunale, durante quale sono emerse due segnalazioni firmate da due privati cittadini, Navone ha protocollato le sue osservazioni e poi ha convocato una conferenza stampa insieme a tutti i componenti dell'opposizione.

Dal punto di vista tecnico-giuridico, Navone si fa forza di un parere legale scritto da uno dei più importanti studi legali dell'isola, specializzato in diritto amministrativo. In sostanza, non vi sarebbe alcuna incompatibilità tra i due ruoli poiché il ruolo del Comune di Olbia all'interno di tale consorzio non è tale da garantirgli alcun controllo o potere di vigilanza. Per Navone, poi, ci sono delle valutazioni politiche da fare che rivestono la primaria importanza. Per la minoranza e per lo sfidante di Nizzi, questa è stata un'iniziativa politica che non ha precedenti almeno nella storia recente del Comune di Olbia. Nel 2011, Nizzi era presidente del Cines e contemporaneamente consigliere comunale: nessuno sollevò un problema di incompatibilità e fu una scelta politica ponderata. Ora che le osservazioni di Navone sono state protocollate, si attende il prossimo step in Consiglio comunale.

"Questa è un’iniziativa politica e mi aspetto dal Consiglio comunale un’azione politica. Stiamo pensando di coinvolgere anche l’Anti corruzione che viene coinvolta in queste controversie per esprimere dei pareri. Questa è una cosa che non fa partire bene la consigliatura - ha detto Augusto Navone -. Non me l’aspettavo. Questa cosa apre una stagione problematica. Sulla base di questi presupposti si aprono fronti sugli altri enti in cui vi è il comune di Olbia. Ci sono tante altre situazioni che non sono state sollevate, altre presunte incompatibilità. Si apre il vaso Pandora, aspettiamoci di tutto".