Da 641 giorni 7 ore 19 minuti 25 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale
Cronaca Gallura

Manuel Marotto: l’ingegnere creativo di Tempio tra colori e sublime arte

foto: fb GTV
Bacchus 1085

Tempio Pausania, 13 agosto 2019 –  Continua a stupire nelle ultime settimane la città di Tempio Pausania che sembra essere stata toccata da un esercito di folletti creativi.

Una folta schiera di artisti e creativi hanno utilizzato lo scenario  cittadino, tutto sui  severi toni granitici, decorandolo a tinte forti e tratti decisi.

Spesati article pellet

A salire sul podio di questa operazione artistica, troviamo Manuel Marotto. con il progetto “Tempio a colori” sviluppato con ColorArt che quest’anno cresce ancora.

“Tempio a Colori” entra infatti a far parte di  “Paratissima”. Un network nazionale che si è sviluppato nel corso degli anni a partire dall’esperienza di Torino e che è ad oggi giunto  alla 14^ edizione.

Manifestazione torinese off di Artissima, Paratissima è divenuta di fatto  infatti in pochi anni uno degli eventi di riferimento nel panorama artistico a livello nazionale.

“Tempio a Colori” propone allestimenti artistici  di sicuro impatto mediatico, e quest’ultimo in corso, Urban Frames sviluppato con Paratissima vede il coinvolgimento di  street artist ed artisti locali.

“Questa volta abbiamo voluto dare una nuova interpretazione non solo alle strade ma alle finestre degli edifici di Tempio. Istallazioni artistiche realizzate su 77 tele che abbiamo costruito sul posto servendoci del particolare tessuto microforato utilizzato anche per la pubblicità in movimento. Gli artisti impegnati nella realizzazione del progetto di ColorArt & Paratissima sono: Riccardo Lanfranco “Corn79”, Marco Cimberle “Mach505″, Simone Sanna, Antonio Asara e Tomaso Pirrigheddu”. Incontriamo Manuel  Marotto come sempre tra un suo impegno e l’altro dividendo le sue giornate tra il rigoroso lavoro di ingegnere, e la creatività interiore disarmante, quando si occupa della sua Tempio.

Marotto classe ’71, ha iniziato ad occuparsi di allestimenti creativi nella sua città da circa 5 anni.

“Il mio percorso di studi e lavorativo mi ha portato fino a Torino, ma poi per una serie di eventi, il richiamo della terra è stato assecondato e così un certa vena creativa ha trovato terreno fertile. Dal primo allestimento natalizio cittadino in cui è stata coinvolta la mia classe, è stato un crescendo con la associazione ColorArt, nata appositamente per creare allestimenti urbani. Grande successo di visibilità, riscontro turistico, il tutto con pochi fondi a disposizione, senza per questo trascurare tutti i dettagli di un’idea creativa, grazie al contributo di tante professionalità”, continua Marotto.

E’ davvero un fiume in piena Marotto quando ricorda le grandi emozioni che le idee creative riescono a far scaturire nei turisti e curiosi dell’arte che vi si imbattono qui a Tempio.

“Quando con i miei amici abbiamo dato vita al lastricato multicolor del corso principale  di Tempio, in poco più di 3 ore, a notte fonda, è stato realizzato un mosaico colorato. Anche i passanti sono stati coinvolti da questa energia creativa presente nell’aria al momento, e hanno dato un loro contributo colorando qualche tassello. La vera bellezza dell’opera è stato leggere lo stupore sul viso dei cittadini che all’indomani si sono trovati una versione stravolta della loro strada principale”.

“Ora altre idee sono in fermento ma non posso rivelarle perché sono sempre realizzazioni estemporanee che traggono dall’effetto sorpresa gran parte della loro forza mediatica. Io che non sono molto avvezzo ai social, ed alla specifica comunicazione, sono rimasto estremamente colpito ad esempio nell’apprendere della grande visibilità che hanno avuto in rete gli scatti fotografici riguardanti la scalinata di Arzachena o altri allestimenti portati a compimento durante i mesi trascorsi. L’arte e la creatività di certo sono un buon pretesto per dare visibilità al nostro splendido territorio. Ora forse individueremo altri siti interessanti che potrebbero destare scalpore sotto una nuove veste. Vedremo. Altro aspetto affascinante di queste situazioni artistiche, è il coinvolgimento di tutti coloro che passando intervengono magari solo con un tratto di pastello o una pennellata sulla tela. Fantastico.”

Il progetto Urban Frames è stato sviluppato con il contributo di Fondazione di Sardegna e Comune di Tempio. Da ricordare il prezioso contribuito ideativo e professionale di Marilena Pattitoni, che contribuisce al successo di tante installazioni ColorArt, e Francesca Canfora di Paratissima.

La creatività ci fa vedere spesso oltre quello che abbiamo difronte a noi, proiettando così un’idea, un sogno in una dimensione futura. Il mondo è dei sognatori, come nella città di Tempio che sogna Manuel Marotto.

Al prossimo sogno creativo!

 

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Morostesa
In Alto