Da 1020 giorni 11 ore 26 minuti 48 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Geasar winter 2020 1400
Cronaca Gallura

“Libri d’amare” a Cala Moresca, buona la prima

DoubleTree by Hilton hotel ristorante Olbia 1400

Golfo Aranci, 31 luglio 2017 – Mercoledì scorso, 26 luglio, per la prima volta la piccola, magica baia posta ai piedi di Capo Figari, così appellata perché base di pirati barbareschi fino agli inizi dell’Ottocento, ha fatto da incantevole cornice all’incontro tra un numeroso pubblico incurante del maestrale e Pasquale Ruju, autore del libro Nero di mare,  l’avvincente giallo d’azione delle Edizioni E/O presentato nella serata culturale denominata Not(t)te a Cala Moresca – Libri d’amare. Nato da un’idea di Patrizia Anziani, l’evento è stato inserito nella rassegna di spettacoli ed incontri culturali estivi Golfo Aranci mon amour, promossa anche quest’anno dal Comune di Golfo Aranci, che ha offerto il suo patrocinio.

Il pittore Tonino Ruju, padre di Pasquale, riceve il primo premio “Città di Olbia” dalla giuria presieduta dal Maestro Pietro Annigoni, 1961

L’autore

Studio Dentistico Satta 300

Pasquale è figlio del grande pittore nuorese Antonio Ruju, noto Tonino (1923-2006), vincitore nel 1961 del primo premio alla I Mostra Nazionale della Città di Olbia, conferitogli dal maestro Pietro Annigoni, presidente della giuria. La Mostra, alla quale parteciparono ben 120 pittori provenienti da tutte le parti d’Italia, ebbe grande risonanza mediatica. Il quadro vincitore, un olio di m. 0,60 x 0,80 dal titolo Poltu Cuadu, venne donato dall’autore al comune di Olbia.

Pasquale Ruju

Nato a Nuoro nel 1962, Pasquale Ruju vive da molti anni a Torino, dove si è laureato in architettura presso il Politecnico, ed ha lavorato per il teatro, il cinema, la radio e la televisione nonché nel doppiaggio, dando voce a personaggi di cartoni animati, soap e telefilm. Dal 1994 collabora con la Sergio Bonelli Editore per albi di Dylan Dog, Tex, Nathan Never Dampyr e Martin Mystere ed è autore delle miniserie Demian, Cassidy e Hellnoir. Nel 2004 ha vinto il premio Cartoomics e nel 2011 il premio U Giancu per la sceneggiatura. Il suo primo romanzo, un caso come gli altri (edizioni E/O 2016), è stato fra i cinque finalisti al premio Scerbanenco 2016.

Foto di Bepi Anziani

Il giallo Nero di Mare

Presentato dall’autore a Cala Moresca insieme a M. Agostino Amucano, presidente dell’associazione culturale Larathanos, è interamente ambientato in Sardegna. Olbia, Porto Rotondo ed un enigmatico Porto Sabore in Gallura sono i luoghi prescelti per l’avvincente intreccio della trama, sapientemente costruita con colpi di scena ed incalzanti sequenze d’azione. Protagonista principale è il paparazzo Franco Zanna, un uomo spezzato da un passato doloroso davanti al quale ha deciso di non piegarsi più, così come anche davanti ai prepotenti di turno, decidendo di riscattarsi stando dalla parte dei più deboli.

La presentazione dell’autore e del suo libro sono stati intervallati dalla musica di un duo di altissimo livello, costituito da Laura Cocco (tromba) e Cristina Greco (arpa), che hanno eseguito prevalentemente adattamenti di brani del compositore argentino Astor Piazzolla.

Organizzatrice dell’evento è stata l’associazione Larathanos, con la collaborazione dei giovanissimi golfarancini del Gruppo Q3A, distintisi lo scorso anno per avere realizzato alcuni cortometraggi a carattere storico sul territorio, presentati in aula consiliare per la rassegna Golfarancichefu. Molto apprezzata la degustazione finale dei vermentini Sinfonia e Invidia gallurese, offerta dal Consorzio San Michele di Berchidda.

Laura Cocco e Cristina Greco si esibiscono usando come scena la nicchia di uno dei forni di calce del secolo scorso. (Foto di Maurizio Casula)

 

 

 

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

In Alto