martedì, 19 gennaio 2021

Informazione dal 1999

Sport, Volley

Volley: le ragazze dell' Hermaea a Golfo Aranci soccombono alle romane

Le nostre biancoblù giocano con determinazione e vincono il secondo set, ma alla lunga vince il talento dell’Acqua&Sapone Roma

Volley: le ragazze dell' Hermaea a Golfo Aranci  soccombono alle romane
Volley: le ragazze dell' Hermaea a Golfo Aranci  soccombono alle romane
Laura Scarpellini

Pubblicato il 14 gennaio 2021 alle 09:31

condividi articolo:

Olbia. Le nostre ragazze del volley  giocano  anche stavolta con tanta grinta e determinazione. Pur conquistando il  secondo set, soccombono all'Acqua&Sapone di Roma.

Dopo due vittorie consecutive si interrompe la striscia positiva dell’Hermaea Olbia, che nel recupero dell’ottava giornata d’andata della Serie A2 cede in quattro set alla capolista Acqua&Sapone Roma. Le biancoblù hanno lottato, vincendo con merito uno straordinario secondo set, ma alla lunga hanno dovuto arrendersi al predominio delle capitoline, guidate dalle bande Papa e Arciprete, ma anche dal giovanissimo opposto Diop.

Il coach Giandomenico deve ancora fare a meno di Coulibaly e Ciani, mentre Korhonen stringe i denti ed è in campo assieme a Stocco, Joly, Ghezzi, Barazza, Angelini e Caforio. Il tecnico ospite Cristofani risponde con Guiducci in diagonale con Adelusi, Papa e Arciprete in posto quattro, Cogliandro e l’ex Rebora al centro e Spirito nel ruolo di libero. L’Acqua&Sapone cerca di imporsi fin da subito mantenendo un livello alto in battuta. L’Hermaea soffre e, in seguito a tre errori consecutivi, si trova sotto sul 10-5. Giandomenico gioca la carta Minarelli al posto di Joly, ma i risultati non cambiano: Roma è implacabile e, dopo aver toccato il +12 con Adelusi (20-8), chiude senza esitazioni sul 25-11 grazie al pallonetto di Arciprete.

Ben diversa la storia del secondo set: le giallorosse trovano un’altra partenza lanciata (7-2 con Arciprete), ma stavolta le olbiesi non si perdono d’animo e piano piano risalgono la china. Joly è protagonista della fiammata che vale prima la parità a 17 e poi il sorpasso. Dopo un attacco fuori misura di Adelusi per il 20-18, Cristofani è costretto a spendere il primo timeout della gara. Le ‘Wolves’ si rifanno sotto e contro sorpassano con Adelusi, ma l’Hermea trova risorse da un’ottima Barazza, autrice di due punti in fila per il 24-22. Diop annulla la prima palla set e la battaglia prosegue ai vantaggi: dopo una serie di scambi combattutissimi la spuntano le olbiesi: a decidere sono il muro vincente di Stocco e un attacco potente di Ghezzi (28-26).

Nella terza frazione Roma riprende le redini della gara e si porta ben presto sul 9-3 (muro punto di Arciprete). Le olbiesi, complici le condizioni non perfette di alcune interpreti, non ritrovano la verve del set precedente e scivolano ulteriormente sotto nel punteggio (6-16). Giandomenico pesca ancora dalla panchina Minarelli e cambia la diagonale inserendo Nenni e Zonta. Dopo un piccolo sussulto (ace di Ghezzi per il 13-19), Roma piazza un’altra accelerazione che la porta a chiudere sul 25-15 con una serie di poderosi attacchi di Diop.

Decise a cogliere il successo pieno, le ragazze di Cristofani mettono le cose in discesa già nelle prime battute del quarto game (1-8). L’Acqua&Sapone risponde costantemente ai tentativi di replica dell’Hermaea e chiude rapidamente il match sul 25-13 conquistando la dodicesima vittoria in stagione.

Appuntamento ora a domenica, quando Hermaea e Roma si ritroveranno di fronte sul taraflex del PalaFonte per l’ottava giornata di ritorno.

 “Peccato – commenta coach Giandomenico – Roma ha tenuto un livello altissimo in battuta e ci ha fatti soffrire per tutta la gara. Sono state inoltre sempre puntuali nella fase muro difesa, costringendoci a faticare tantissimo per mettere il pallone per terra. Non faccio drammi comunque. Arrivavamo alla gara con tante difficoltà dal punto di vista fisico. Mi tengo stretto un secondo set strepitoso e la bella prestazione del nostro capitano. Da domani voltiamo pagina e pensiamo alla preparazione della prossima partita”.

Così Jenny Barazza: “Era difficile e lo sapevamo – spiega – era necessario rischiare molto per essere competitivi contro Roma e per un set siamo riusciti nel nostro intento. Purtroppo per fare risultato contro un avversario del genere è necessario essere performanti al 110% per tutta la gara. Roma non ci ha regalato nulla e sarà così anche domenica prossima”.

Il presidente Sarti: “E’ stata una partita difficile – afferma - Roma è una squadra fortissima, che secondo me è destinata a vincere il campionato. Non sono queste le partite in cui far punti. Le nostre avversarie sono state più forti e hanno vinto con merito”.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA - ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB 1-3 (11-25 28-26 15-25 14-25) - GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Stocco 2, Joly 15, Barazza 7, Korhonen 10, Ghezzi 10, Angelini 4, Caforio (L), Zonta 1, Nenni, Minarelli, Poli. Non entrate: Martis. All. Giandomenico. ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Guiducci 1, Papa 19, Rebora 11, Adelusi 13, Arciprete 17, Cogliandro 1, Spirito (L), Diop 13, Bucci, Consoli, Purashaj. Non entrate: Giugovaz. All. Cristofani. ARBITRI: Proietti, D'Amico. NOTE - Durata set: 19', 33', 23', 22'; Tot: 97'.

Sport

Sport