Da 583 giorni 23 ore 21 minuti 2 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale
Cronaca Sardegna

La Sardegna filma e condanna chi abbandona i rifiuti

foto: stretto web
Nomasvello Olbia 1085

Olbia, 11 settembre 2019 – La Sardegna non abbassa di certo la guardia sull’emergenza rifiuti abbandonati, anzi si rafforza la voglia di contrastare tale fenomeno sull’isola.

Si susseguono  le segnalazioni  attraverso i social o attraverso gli organi di stampa locali, di individui ripresi  dalle telecamere istituzionali, nel momento in cui abbandonano rifiuti dove non è consentito.

Morostesa 2019

Come viene riportato   in rete da  Sardiniapost, la videosorveglianza installata dall’Autorità  a Su Siccu, Cagliari, ad esempio ha permesso di incastrare  chi stava abbandonavano rifiuti in un’area appena ripulita dalla spazzatura. E’ stato proprio il sindaco Paolo Truzzu a darne notizia pubblicando la foto attraverso la rete. Le immagini hanno permesso di identificare il responsabile e in poche ore è stato recapitato al colpevole un verbale molto salato.

Poco dopo  è stato incastrato sempre per mezzo della videosorveglianza un altro incivile, sul territorio di Cagliari, che come riportato  nel filmato, lascia cadere dal finestrino della propria autovettura la busta di un fast-food dopo aver mangiato. Un fenomeno dilagante che implica ulteriore dispendio di energie da parte delle autorità preposte.

Le pubbliche amministrazioni da nord a sud dell’isola stanno trasmettendo un segnale forte e deciso contro chi non ha rispetto del territorio. Sempre più spesso le immagini  dei  trasgressori  colti in flagranza di reato vengono mostrate pubblicamente, (perché di  un reato si tratta), con nota delle pesanti sanzioni inflitte.

La gogna mediatica si spera vada sempre più a colpire la coscienza degli incivili, divenendo così un severo monito a chi ancora non comprende che la comunità non può farsi sempre  carico della loro irresponsabilità

Strade, punti nevralgici cittadini e luoghi d’interesse turistico, sono sempre più protetti e sorvegliati a distanza. Ormai i sistemi di videosorveglianza sono sempre più attivi nella tutela dell’ambiente, e del cittadino stesso. Bisognerà fare i conti con un “grande fratello” che ci osserva quando meno ci si pensa, specialmente prima di delinquere.

Il bene pubblico passa principalmente  dal rispetto delle regole di cui ognuno deve farsi portatore. La civiltà e l’ambiente invocano rispetto.

Prink 1400
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Phone Doctor riparazione smartphone tablet olbia sardegna via mameli damasco assistenza vendita
Commenti


Virali

Morostesa
In Alto