mercoledì, 14 aprile 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

La Maddalena: aumentano i casi di variante inglese

Dati in crescita mettono in allarme il sindaco Fabio Lai

La Maddalena: aumentano i casi di variante inglese
La Maddalena: aumentano i casi di variante inglese
Olbia.it

Pubblicato il 05 marzo 2021 alle 16:06

condividi articolo:

La Maddalena. La variante inglese si sta dimostrando  particolarmente insidiosa, e cresce la preoccupazione anche sul terriorio della Gallura.

Ecco il messaggio che il primo cittadino de La Maddalena Fabio Lai, divulga attraverso i social: "Negli ulteriori dati che ho ricevuto oggi si evince chiaramente. Dallo screening alla popolazione, su 26 positivi, 14 sono risultati essere variante inglese e vanno dunque a sommarsi ai 10 dichiarati in precedenza. La crescita in un mese esatto è stata esponenziale e sono questi i dati sui quali bisogna far affidamento per comprendere la necessità di proteggere la città e prorogare la zona rossa per un totale di 14 giorni come richiesto dall’Igiene pubblica. La situazione è già complessa così com’è. Vi prego evitiamo inutili cacce alle streghe e agli untori. Essere positivi non è una colpa".
 
E ancora: "So benissimo che il paese è diviso tra chi avalla questa scelta e chi invece vorrebbe entrare nella zona bianca . Comprendo anche che in questo momento sono le famiglie con partita iva quelle che stanno subendo maggiormente le ripercussioni di questi provvedimenti ed è per questo che insieme al sindaco di San Teodoro e Bono abbiamo sottoscritto un documento comune attraverso il quale chiediamo alla regione Sardegna di prevedere, per le nostre città, dei ristori economici a favore dei commercianti che hanno dovuto chiudere le proprie attività nel periodo di zona rossa. Non voglio credere che debba essere necessario raddoppiare i controlli per far rispettare le regole per tutelare i nostri figli, le nostre famiglie ed i nostri concittadini. Sono il buonsenso e la responsabilità che in questo momento devono prevalere per poter uscire il più presto possibile da questa storica situazione di emergenza che coinvolge tutti noi".