domenica, 20 giugno 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Nera

La Maddalena, droga in casa: nei guai 29enne

Operazione della Finanza

La Maddalena, droga in casa: nei guai 29enne
La Maddalena, droga in casa: nei guai 29enne
Olbia.it

Pubblicato il 09 giugno 2021 alle 12:14

condividi articolo:

La Maddalena. Nell’ambito di una mirata attività finalizzata a contrastare l’annoso fenomeno connesso al traffico di sostanze stupefacenti, i finanzieri della Sezione Operativa Navale di La Maddalena, dopo accurate indagini, hanno sequestrato 1,8 Kg. di marijuana e denunciato a piede libero un soggetto di 29 anni, residente a La Maddalena, con precedenti penali.

L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, secondo gli investigatori avrebbe detenuto “presso la propria abitazione l’ingente quantitativo di marijuana per lo spaccio locale. Dopo una serie di perquisizioni domiciliari, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Tempio Pausania, i militari hanno rinvenuto la droga, abilmente occultata all’interno di uno zaino chiuso da un lucchetto e nascosto in una scatola. Al momento della perquisizione, in casa era presente solo la sorella del soggetto denunciato la quale, ignara delle attività illecite del fratello, dichiarava la propria estraneità ai fatti, confermata successivamente dall’uomo che, oltre ad assumersi la totale responsabilità delle azioni, dichiarava di possedere un’altra piccola quantità di marijuana in un’altra sua abitazione”, si legge nella nota stampa.

La Finanza continua: “Il 29enne è stato denunciato a piede libero ai sensi dell’art.73 comma 1 del D.P.R. 309/90 che prevede, per tale reato, la reclusione da sei a venti anni e la multa da 26 mila a 260 mila euro”.

“Il risultato di servizio – dichiara il Colonnello Bucci – Comandante del ROAN Cagliari - è l’ennesimo colpo inflitto ai piccoli spacciatori di droga che negli ultimi anni stanno dilagando in Sardegna, ove la Guardia di Finanza è costantemente presente, sia in mare che sul territorio, non solo per le attività di polizia economico – finanziaria ma anche per contrastare il traffico illecito delle sostanze stupefacenti che, purtroppo, continua a dilagare e a mettere in serio pericolo i nostri ragazzi”.