Da 870 giorni 33 minuti 15 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Spesati orizzontale offerte
Cronaca Olbia

In 160 da Olbia chiedono aiuto a Papa Francesco per Air Italy

Brili immobiliare 1400

Olbia, 26 febbraio 2020 – Non è mai venuta meno la sensibilità di Papa Francesco in merito alla  delicata questione che ha coinvolto i lavoratori della compagnia Air Italy.

Un fitto dialogo tra il nostro vescovo Sebastiano Sanguinetti e il Santo Pontefice, non ha fatto che confermare il grande interesse che la faccenda suscita  da parte della Casa Pontificia.

Spesati article offerte

Il dramma che vede coinvolti i 1450 dipendenti della compagnia aerea di cui 160 provenienti da Olbia, ha trovato nel monsignor  Sanguinetti, vescovo di Tempio-Ampurias, il  portavoce dei loro diritti. “Con decisione improvvisa e unilaterale – denuncia il presule – quindici giorni fa gli azionisti di Air Italy, Akfed e Qatar Airwais hanno deciso di mettere la società in liquidazione, lasciando a terra gli aerei e licenziando tutti i dipendenti, con una procedura che sì prevede le spettanze ma che impedisce loro di poter accedere agli ammortizzatori sociali”.

Una comunicazione  che ha gettato nello sconforto  tutti i dipendenti  e le loro famiglie. In tale situazione inoltra ne è direttamente coinvolta  anche il nord della Sardegna e l’Isola tutta.

Papa Francesco ha lanciato un accorato  appello invocando una giustizia sociale nel corso dell’udienza generale. Ha letteralmente  abbracciato poi con parole di  grande incoraggiamento e l’invito a non cadere nella disperazione, la folta delegazione Air Italy  presente in Piazza San Pietro. Con grande dignità  e commozione c’è stato un momento di forte  condivisione  tra le parti, questa difficile situazione.

Monsignor Sanguinetti incalza: “oltre la perdita del lavoro dei dipendenti, vi è l’improvvisa scomparsa di quello che, per oltre mezzo secolo, ha rappresentato un autentico volano per lo sviluppo dell’asfittica economia della Sardegna, contribuendo a superare i problemi dell’insularità: basti pensare alla crescita del turismo”. Prosegue poi il vescovo:”la decisione di Air Italy di chiudere crea tanti problemi: 1.450 buste paga di cui vengono private altrettante famiglie, con una ricaduta enorme sull’indotto economico nel territorio”.

La Chiesa, assicura, “farà sempre la sua parte stando accanto alle persone in difficoltà”.

Siamo certi che la richiesta d’aiuto di tanti lavoratori e delle loro famiglie troverà ascolto e comprensione.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

Prink 1400
In Alto