mercoledì, 12 maggio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Hub Vaccini Olbia, la rabbia dei diabetici: appuntamenti saltati 2 volte. Assl: non ci sono Pfizer

Poche dosi contingentate, difficoltà a Olbia e in tutta la Sardegna

Hub Vaccini Olbia, la rabbia dei diabetici: appuntamenti saltati 2 volte. Assl: non ci sono Pfizer
Hub Vaccini Olbia, la rabbia dei diabetici: appuntamenti saltati 2 volte. Assl: non ci sono Pfizer
Angela Galiberti

Pubblicato il 16 aprile 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. Tante segnalazioni, un solo argomento: le vaccinazioni dei cittadini e delle cittadine affete da diabete che stanno saltando a causa della mancanza delle dosi Pfizer. Da qualche settimana, il Servizio di Diabetologia della Assl Olbia sta organizzando (e facendo) le vaccinazioni a tutti i pazienti galluresi seguiti direttamente dallo stesso: un vantaggio in termini di organizzazione ed efficienza, perché ogni diabetico viene chiamato direttamente dagli operatori e viene fissato un appuntamento.

Tutto è filato liscio - per quanto può filare liscio in una pandemia mondiale - fino alla settimana scorsa, quando le dosi Pfizer (cioè il vaccino consigliato per tutta una serie di persone con patologie, tra cui i diabetici) hanno iniziato a scarseggiare. Un problema serio, molto serio, perché Pfizer (ma anche Moderna) è quello che bisogna usare per le persone fragili e fragilissime, ed è anche quello che arriva alla spicciolata.

"Lo scorso 8 marzo mia cognata doveva fare il vaccino, ma è stato rimandato perché non c'erano dosi Pfizer", racconta una cittadina olbiese. La paziente avrebbe dovuto ricevere la prima dose ieri, ma purtroppo la paziente (così come tanti altri diabetici) è rimasta con un pugno di mosche in mano. "Le avevano detto che le dosi c'erano - continua la cittadina che ha segnalato la problematica - e così nel pomeriggio si è presentata, ma non è stato possibile ricevere il vaccino perché non c'erano dosi e così le hanno detto di tornare il 20 aprile, ma con l'avvertenza che non si sa se i vaccini ci saranno. Com'è possibile?".

Un'altra testimonianza è quella di un cittadino diabetico, anch'egli rimandato a casa ieri pomeriggio dopo aver fatto la fila: "Buongiorno sono paziente diabetico di tipo I, sono stato chiamato per il primo vaccino dal centro diabetico di Olbia per presentarmi all'HUB l'8 aprile 2021 alle ore 15, mi reco sul posto e vengo mandato via da una signora del 118 in quanto i vaccini non erano disponibili, mi dice che devo ritornare il 15 aprile alla stessa ora, perfetto oggi mi presento verso le 14e30 e trovo davanti a me un signore della protezione civile che mi informa che non ci sono vaccini di ritornare il 20 aprile alla stessa ora, fortuna ha voluto che abbia trovato un infermiera che ci dice che il ministero ha stabilito che noi avremmo dovuto aspettare per poter fare il vaccino e saremo dovuti ritornare dopo il 22 aprile, ora io mi chiedo perchè fare tutto questo?".

Un altro caso simile tre giorni fa: "Sono Diabetica dal 1988, diabete tipo 1 reduce ed ancora convalescente per una brutta esperienza legata alla mia patologia. Come concordato con la Diabetologia di Olbia, circa 10 gg fa, oggi mi avrebbero dovuto somministrare la prima dose del vaccino anti Covid: un nome dell' elenco come altri contattati. Sono le 14:00 ed ancora nessuno mi ha informata che oggi alle 16 non farò nessun vaccino perché le nostre dosi Pfizer non sono più disponibili".

Il terrore che serpeggia maggiormente tra questi pazienti fragili è che, per qualche arcano motivo, le dosi Pfizer programmate per loro vengano date a qualcun altro e le notizie diffuse in questi giorni a mezzo stampa su inchieste su presunte "furberie" non aiutano a generare fiducia nei cittadini.

Abbiamo contattato la Assl Olbia per capire qual è il problema con le dosi Pfizer e la risposta è la loro scarsità: in Sardegna arrivano poche dosi - ne sono sbarcate circa 43.000 tra il 14 e il 15 aprile a Cagliari - che poi devono essere distribuite in tutti i centri vaccinali sardi nel giro di qualche giorno (presumibilmente a partire da lunedì). Le poche dosi presenti, attualmente, nei centri vaccinali vengono usate esclusivamente per le seconde dosi degli over 80.

"Nonostante i soggetti fragili siano la priorità della assl Olbia, al momento, con le dosi di Pfizer disponibili, carenti in tutta l'isola, si è data una precedenza alla chiusura del ciclo di immunizzazione degli over 80 che avevano già iniziato il ciclo vaccinale. Non appena disponibili nuove scorte di Pfizer, verosimilmente dalla prossima settimana, verrà avviata la vaccinazione dei soggetti fragili in tutto il territorio gallurese", spiega la Assl Olbia.

Compatibilmente con le scorte di vaccini disponibli, il Servizio di diabetologia continuerà a vaccinare i suoi pazienti. Purtroppo finché le dosi Pfizer saranno così poche (43.000 non sono nulla rispetto al fabbisogno) e finché arriveranno alla spicciolata, è probabile che ci potranno essere ancora intoppi.

Un altro aspetto ha generato confusione: ad alcuni pazienti diabetici è stata offerta la possibilità di vaccinarsi con AstraZeneca. L'indicazione ministeriale è quella di utilizzare Pfizer, ma non è un obbligo: poiché ad occuparsi della vaccinazione dei diabetici sono gli stessi medici che li seguono, è chiaro che l'eventuale proposta AstraZeneca viene fatta in base alle condizioni del paziente e si tratta di persone con diabete stabilizzato che non hanno altre comorbilità. Alcuni pazienti, dopo aver ascoltato con attenzione il medico, hanno deciso di prendere il vaccino AstraZeneca. Gli altri hanno rifiutato e attendono Pfizer.