Da 1018 giorni 16 ore 37 minuti 26 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Geasar winter 2020 1400
Cronaca Gallura

Giunta Nizzi, troppi maschi: il Pd ricorre al Tar

Giunta Nizzi 24 giugno 2016 assessori e sindaco comune di Olbia

Ecco i dettagli sul ricorso che fa scricchiolare due o tre poltrone da Assessore.

Brili immobiliare 1400

Olbia, 11 Ottobre 2016 – Alla fine, il ricorso al Tar contro la giunta Nizzi troppo ricca di testosterone rispetto ai dettami della legge Del Rio per la Parità di genere è arrivato. A comunicarlo, senza troppi indugi, è stata la stessa minoranza consiliare targata Partito Democratico.

Prime promotrici del ricorso, infatti, sono le consigliere comunali Pd Patrizia Desole e Ivana Russu. La notifica del ricorso al Tar è arrivato quest’oggi ai diretti interessati: il sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, e i suoi assessori (Silvana Pinducciu, Michele Fiori, Marco Balata, Sabrina Serra, Patrizia Bigi, Angelo Cocciu, Gesuino Satta, Giampiero Palitta). Il ricorso (sostenuto da un gruppo di donne e uomini, nonché da un’associazione) è seguito dagli avvocati Carlo Selis e Carlo Careddu, quest’ultimo consigliere comunale.

Spesati article offerte 300

Tale ricorso nasce dalla necessità di valutare se sia stata o meno rispettata dall’ordinanza comunale di nomina della Giunta la recente legge nr.56/2014 che tutela la parità e la rappresentanza di genere. Tale legge statuisce che la giunta comunale con più di 3000 abitanti deve essere composta per il  40 per cento da uno dei due generi . La legge è evidentemente diretta a tutelare quei principi, da considerarsi oramai naturali nella società, di rispetto delle donne e dei loro diritti, dei principi di pari opportunità e di uguaglianza sanciti dall’art. 3 della Costituzione – scrivino le due consigliere comunali, Patrizia Desole e Ivana Russu -. Il mancato rispetto di queste regole incide anche sul buon andamento della PA e sulla funzione  politico- amministrativa largamente intesa come principio dì democraticità“.

Secondo le promotrici dell’iniziativa, il ricorso ha lo scopo di “promuovere a tutti i livelli la presa di coscienza da parte della collettività e di chi la rappresenta sul piano politico, che non è più possibile ignorare il pieno riconoscimento delle donne e dei loro diritti . Questa è una battaglia di civiltà fatta per tutte le donne indipendentemente dalla loro appartenenza politica. Con molta serenità in questa occasione e in tutte le altre che si presenteranno, si pone il ruolo istituzionale al servizio del governo della cosa pubblica, al fine di portare alla luce l’esistenza e il rispetto di questi diritti, in virtù della sopravvivenza democratica attraverso l’utilizzo di tutti gli strumenti democratici“.

Studio Dentistico Satta orizzontale
Studio dentistico Dottoresse Satta Olbia 1540
Commenti

Virali

In Alto