domenica, 20 giugno 2021

Informazione dal 1999

Politica

Forza Italia e i Riformatori difendono il sindaco Nizzi

Dopo le affermazioni in Consiglio comunale, i partiti pensano allo striscione

Angela Galiberti

Pubblicato il 15 maggio 2021 alle 17:57

condividi articolo:

Olbia. A scoppio ritardato, ovvero dopo ben quattro giorni e solo dopo le reazioni al Consiglio comunale del 13 maggio (vedi video in copertina), i partiti che fanno parte della coalizione nizziana si fanno sentire per difendere il sindaco Nizzi. Si tratta di Forza Italia e dei Riformatori. Le due compagini difendono il sindaco dallo striscione "Il nostro settimo comandamento" di Liberi Olbia, affisso a metà settimana in via Gabriele D'Annunzio.es

Forza Italia Gallura "esprime solidarietà al sindaco di Olbia per il grave attacco personale subito con il manifesto elettorale della lista 'Liberi'. Uno spot elettorale dal quale traspare esclusivamente odio profondo verso l'uomo Settimo Nizzi. Per noi la campagna elettorale è sempre stata e sempre sarà proposta politica e bilancio di grandi obiettivi raggiinti nel rispetto degli avversari".

I Riformatori, invece, in una nota stampa esprimono" la propria solidarietà al Sindaco Settimo Nizzi per l’indegno attacco personale da parte della Lista Liberi della Grande Coalizione, che ancora oggi campeggia sui muri della nostra città. Nonostante i ripetuti goffi tentativi di giustificare l’ingiustificabile, quel vigliacco slogan ed il mancato distinguo da parte del candidato Sindaco Navone e di tutti i suoi alleati non fanno altro che smascherare una volta per tutte l’assoluta mancanza di contenuti della Grande Coalizione - sedicente - Civica e l’unico collante che la tiene insieme: l’eliminazione con ogni mezzo del “nemico”. Come diceva un noto giornalista, “la domanda sorge spontanea”: qualora il nemico venisse eliminato, cosa li terrà uniti per amministrare la città come merita? Noi Riformatori combatteremo questo modo di fare politica, peraltro sotto le evidentemente mentite spoglie - visti i presupposti - di una strumentale “autocertificazione” di propensione all’ascolto ed alla condivisione, e continueremo sotto il segno delle idee e dei risultati la campagna elettorale con Settimo Nizzi Sindaco e con la Coalizione di Centro Destra Civica e Sardista, sicuri che la risposta alla domanda spontanea la daranno gli elettori".

La risposta di Liberi Olbia, al sindaco Nizzi, è stata la seguente: "Abbiamo scritto che ci derubano delle nostre risorse, come Cala Saccaia, del futuro dei nostri figli. Se alcuni alludono ad altro dovremmo stupirci e riflettere, non darlo per scontato". https://www.liberiolbia.it/settimocomandamento/

Curiosamente, né Forza Italia né i Riformatori commentano le pesanti affermazioni rese da Settimo Nizzi - come sindaco, durante un consiglio comunale - lo scorso 13 maggio.