giovedì, 20 gennaio 2022

Informazione dal 1999

Politica

Federbalneari contro il rimpasto in giunta: "non è momento per pensare alle poltrone"

In ballo la questione delle concessioni

Federbalneari contro il rimpasto in giunta:
Federbalneari contro il rimpasto in giunta:
Olbia.it

Pubblicato il 27 novembre 2021 alle 06:00

condividi articolo:

Olbia. La Federbalneari, impegnata in questo momento su diversi fronti per difendere le concessioni e in particolare quelle della Sardegna, lancia un avviso alla politica regionale che, in questo momento, pare sia interessata a un giro di valzer in giunta, in particolare ai danni dell'assessore regionale agli enti locali Quirico Sanna. La sigla sindacale si schiera con l'esponente gallurese e ricorda agli altri esponenti politici che "Non è il momento di pensare a prendere poltrone". Lo dichiara Claudio Maurelli.

"Visto il grave momento che stanno passando più di 1000 famiglie sarde, siamo riusciti con grande responsabilità, ad unirci con le sigle sindacali Regionali che ringraziamo ed in Regione c’è chi pensa alle poltrone degli Assessorati? Mi domando se questi politici, così interessati ad avere Assessorati Importanti in Regione, sappiano la responsabilità che si stanno andando ad assumere con un gesto del genere, in un momento cosi difficile per le famiglie", afferma l'esponente della Federbalneari Sardegna.

"Chiedo a nome delle famiglie che rappresento, di fermare subito questo “gioco di palazzo” che peraltro, tra i tanti Assessorati, coinvolge anche l’attuale Assessore agli Enti Locali, Quirico Sanna che tutti sanno essersi speso moltissimo per la causa Balneare, talvolta anche contro la propria visione politica per il bene comune. Vicinanza all’Assessore. Ancor più assurdo è che questo “gioco di poltrone” stia avvenendo dall’interno dello stesso Partito Sardo Azione, con il tentativo, a quanto pare, di sostituire un Dirigente del partito con un altro Dirigente del medesimo partito. Auspichiamo un repentino Stop di questi esperti delle strategie politiche, se non volete farlo per Federbalneari Sardegna, fatelo per il futuro di 1000 famiglie sarde", conclude Maurelli.