venerdì, 22 ottobre 2021

Informazione dal 1999

Politica

Elezioni Olbia, Movimento 5 stelle ringrazia gli elettori: sconfitta deve essere accettata

Ecco il comunicato degli esponenti del Movimento 5 stelle di Olbia

Elezioni Olbia, Movimento 5 stelle ringrazia gli elettori: sconfitta deve essere accettata
Elezioni Olbia, Movimento 5 stelle ringrazia gli elettori: sconfitta deve essere accettata
Olbia.it

Pubblicato il 13 ottobre 2021 alle 08:08

condividi articolo:

Olbia. Il Movimento 5 Stelle Olbia, che per i prossimi 5 anni sarà rappresentato in Consiglio Comunale all'opposizione dall'esponente Maria Teresa Piccinnu, a pochi giorni di distanza dai risultati elettorali delle amministrative di Olbia ringrazia i suoi elettori: "Vogliamo innanzitutto ringraziare tutte le persone che ci hanno sostenuto alle urne, i nostri candidati, gli attivisti e naturalmente il nostro candidato Sindaco Augusto Navone. Il segnale delle urne è stato chiaro e la sconfitta deve essere accettata.  L’attivismo nei quartieri continuerà a contraddistinguere il M5S anche nel nuovo percorso con il presidente Giuseppe Conte"- Così si legge nel comunicato firmato dagli esponenti del MoVimento 5 Stelle Olbia Maria Teresa Piccinnu, Roberto Ferinaio, Roberto Li Gioi e Nardo Marino.
"La competizione elettorale è stata dura e serrata.  Prevale in noi la voglia di ripartire subito con il nostro progetto politico e continuare, con entusiasmo e impegno, nella direzione di lavorare per il bene della nostra comunità. 
Il M5S sarà rappresentato in Consiglio comunale in opposizione. Sarà una doppia opposizione, dentro e fuori dal Consiglio, con proposte forti e una attenta verifica delle promesse fatte da questa maggioranza: in primis, l’avvio dei lavori per la salvaguardia idraulica della città entro sei mesi".
Gli esponenti del MoVimento 5 Stelle Olbia infine porgono un augurio al riconfermato  Sindaco Nizzi "affinché possa realmente mantenere le promesse elettorali nel massimo rispetto dell’etica che, prima di tutto, deve illuminare il cammino del “rinnovato” governo della città".