venerdì, 22 ottobre 2021

Informazione dal 1999

Economia, News

Continuità Territoriale, gara tra Ita e Volotea: Uil chiede sospensione

Il sindacato teme che il servizio non sia garantito alle stesse condizioni degli altri anni

Continuità Territoriale, gara tra Ita e Volotea: Uil chiede sospensione
Continuità Territoriale, gara tra Ita e Volotea: Uil chiede sospensione
Olbia.it

Pubblicato il 13 ottobre 2021 alle 16:17

condividi articolo:

Olbia. Per la prima volta una compagnia aerea low cost potrebbe aggiudicarsi la gara per la continuità territoriale in Sardegna. Sono solo due le compagnia in corsa: Ita e Volotea. Il vettore spagnolo ha proposto un ribasso molto consistene (poco meno di 16 milioni di euro), mentre Ita ha presentato uno "sconto" pari a 8,5 milioni di euro. La possibilità che la gara venga assegnata a Volotea è molto concreta.

A proposito della gara, la Uil Trasporti ha le idee chiare: secondo il sindacato il bando dovrebbe fermarsi temporaneamente.

"I principi e i servizi essenziali della continuità territoriale devono essere rispettati: non possiamo permetterci di perderli per motivi di ribasso d’asta. Per questo prendiamo in considerazione l'ipotesi di un annullamento anche di quest'ultimo bando per fare le opportune verifiche”, afferma la Uil Trasporti. A poche ore dall'assegnazione delle tratte da e per la Sardegna la Uiltrasporti esprime grande preoccupazione e chiede chiarezza sui servizi che saranno garantiti dalla compagnia aerea assegnataria dei collegamenti per i prossimi sette mesi propone un time out pur di non fare un passo indietro sulle tutele dei viaggiatori sardi.

“Siamo disponibili anche a prendere una settimana di tempo a costo di rimanere sul libero mercato o di cercare delle convenzioni temporanee”, spiega il segretario generale della Ultrasporti Sardegna William Zonca. “Non possiamo fare passi indietro sui servizi di cui fino ad ora la Sardegna ha goduto: si tratta di garanzie essenziali che non possiamo sicuramente perdere per motivi di ribasso d’’asta. Non si possono fare passi indietro. Tutta la società civile deve attivarsi per un intervento immediato che annulli il bando se non sono previsti tutti i requisiti”.

Al momento non si conoscono i dettagli delle offerte, ma solo i ribassi.