domenica, 07 marzo 2021

Informazione dal 1999

Lettere, Generale

Biblioteca Olbia, la lettera: sale studio ancora chiuse

Biblioteca Olbia, la lettera: sale studio ancora chiuse
Biblioteca Olbia, la lettera: sale studio ancora chiuse
Patrizia Anziani

Pubblicato il 18 settembre 2020 alle 08:55

condividi articolo:

Olbia, 18 settembre 2020- A Olbia dopo il lockdown a causa del coronavirus in tanti aspettavano la riapertura della Biblioteca Civica Simpliciana e così è stato, lo scorso 25 maggio, con il servizio prestiti e restituzioni dei libri.

Il servizio è utilissimo ed è facilitato grazie al portale librami.it/olbia che consente di decidere di prendere uno o più volumi in prestito dalla biblioteca. Grazie ad una chiamataal numero dedicato l'utente può quindifissare l’appuntamento per il ritiro, o la restituzione del testo nel rispetto delle disposizioni contenute nella normativa anticovid.

Per quanto riguarda invece l'accoglienza nelle sale studio queste al momento sono ancora chiuse, vige ancora lo stop a causa dell'emergenza coronavirus, ma aumentano le richieste degli studenti anche in vista della riapertura delle scuole il prossimo 22 settembre.

"Come già saprete la biblioteca civica di Olbia non consente di poter studiare o leggere al suo interno, infatti l’accesso è consentito soltanto per prendere libri in prestito e restituirli". Comincia così la lettera di un cittadino olbiese giunta in redazione.

"Siamo ormai a metà settembre, possiamo andare al bar, nei negozi e nei ristoranti, le scuole hanno riaperto per molti studenti ma ancora non si è trovato un modo per ospitare nei tavoli della biblioteca studenti e lettori nel rispetto delle regole sul distanziamento sociale".

"Come mai questo ritardo? Risulta impossibile predisporre gli spazi in modo tale da consentire la fruizione dei locali?"

"Un esempio per una possibile soluzione: a Cagliari nella biblioteca di Scienze economiche, dopo aver igienizzato le mani all’ingresso ci si registra e si riceve un foglio con la scritta “POSTAZIONE UTILIZZATA – DA IGIENIZZARE” da lasciare nel proprio posto per consentire al personale di provvedere all’igienizzazione".

"So perfettamente che stiamo vivendo un momento incredibilmente difficile e che per qualcuno sarà automatico il ragionamento “c’è altro da sistemare, la Biblioteca non è certo una priorità”, ma credo che alcune soluzioni ai tanti problemi del nostro tempo passino anche per la cultura".

"La riapertura delle sale studio della Biblioteca Simpliciana è una nostra priorità" ha dichiarato l'Assessora alla Cultura e Pubblica Istruzione Sabrina Serra. " Da parte del personale incaricato alla sicurezza è allo studio la miglior soluzione per poter aprire tutte le sale destinate alla consultazione dei libri o allo studio. Non è stata ancora stabilita una data, ma stanno lavorando affinché le sale della Biblioteca Simpliciana vengano riaperte e rese fruibili nel più breve tempo possibile" ha concluso l'assessora.

La Biblioteca di Piazza Dionigi Panedda, grazie al costante impegno del suo direttore Marco Ronchi, è diventata ormai il punto di riferimento culturale di Olbia e in tanti sperano che dopo il lockdown il prezioso servizio ritorni presto nel pieno della sua attività.