Da 576 giorni 20 ore 37 minuti 29 secondi questa testata è stata 'censurata' dal sindaco Nizzi per aver consultato i cittadini. Ecco i dettagli, o leggi le notizie secondo LUI.

Edilmass orizzontale

Lycia Mele Ligios

Gallurese ma con metà sangue barbaricino, dopo il Liceo Classico lascia l’isola, per proseguire gli studi all’Università La Sapienza di Roma (Lettere con indirizzo filologico-moderno). Ma, come spesso accade nella vita di un individuo, si ritrova a svolgere una professione non attinente agli studi effettuati. La scrittura è sempre stata presente nella sua vita e intorno ai 27 anni si avvicina alla poesia con un linguaggio ermetico, una necessità di colmare l'intenso vuoto e grande sofferenza nei confronti di un lavoro in cui si sente “prigioniera” o alla stregua di un nulla, tra la ripetitività alienante e il repentino allontanamento dai suoi affetti più cari. La poesia diviene un percorso di riabilitazione alla vita. Partecipa a vari concorsi Nosside (1995 e 1996), Auxilium (1997), Madre Mediterranea (2001) e altri nei quali ottiene importanti riconoscimenti e premi. Nel 2002, Fernanda Pivano traduttrice dei poeti della beat generation e grande amica di Cesare Pavese legge le sue poesie scegliendone alcune per le installazioni d'arte contemporanea dell'artista Marco Nereo Rotelli. La prima Underwood, nei pressi di Ascona in Svizzera, imponenti targhe in acciao con incise poesie di poeti contemporanei Luzi, Spaziani, Sanguineti, Frabotta e altri poste ai piedi di alberi secolari. Un'altra installazione dal titolo Gli Angeli di Novi Sad (2002) nella Repubblica Federale Jugoslava per la ricostruzione dei ponti distrutti con la guerra del Kosovo. Sempre nel 2002 riceve il Premio "Sardegna Protagonista Donna" dalla Domus Theophylacti Opus a Torre Cajetani. Nello stesso tempo approfondisce i significati dell’Arte Contemporanea, altra sua grande passione. Desidera indagare su alcuni linguaggi artistici, far affiorare la concettualità complessa dell’arte contemporanea che riflette, oltre lo sguardo interrogativo e riflessivo dell’artista, il nostro vivere ogg(i)eri. Inizia a scrivere recensioni sul Blog DISSOLVENZE e approfondisce i suoi studi (Master Al MoMA di New York Sull’insegnamento e linguaggi dell’Arte Contemporanea, Corso sul ‘500 -‘600 e ’800 -‘900 alla Scuola del Centre George Pompidou - Parigi). Ha frequentato presso l’Università Ca Foscari – Venezia – un corso di Letteratura Anglo-Americana per lo stile di scrittura di alcuni autori americani e un corso di Psicologia Generale. Al momento studia alla Scuola di giornalismo della Michigan State University e frequenta un corso propedeutico all’insegnamento dell’Arte alla National Gallery di Londra. Tra le sue frasi preferite c’è quella di Steve Jobs, inventore della APPLE Inc., “Siate affamati, siate folli”. Infatti la curiosità è la sua forza. Consapevole del limite umano di “sapere di non sapere”, come afferma Socrate, persevera in una ricerca costante di nuovi saperi. Non ama molto i social perché dispersivi, ma ha un profilo Twitter. Le sue poesie sono presenti in varie antologie e sul web ha un blog dal titolo DISSOLVƎNZƎ. Su Olbia.it scrive per la pagina culturale #Olbiachefu .

Pubblicato da Lycia Mele Ligios

Altri Post
Morostesa
In Alto