giovedì, 04 marzo 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Bianca

Arzachena: sede Pediatria vacante, Sindaco sollecita ATS

La sede di Pediatria è vacante da luglio del 2019

Arzachena: sede Pediatria vacante, Sindaco sollecita ATS
Arzachena: sede Pediatria vacante, Sindaco sollecita ATS
Olbia.it

Pubblicato il 23 febbraio 2021 alle 17:22

condividi articolo:

Arzachena. I genitori di Arzachena sono stanchi di aspettare inutilmente la nomina del nuovo medico pediatra ed anche ora l’Amministrazione comunale di Arzachena sollecita con forza l’assessorato regionale alla Sanità e la direzione della ATS Sardegna affinché sia pubblicato il bando con procedura d’urgenza per la copertura della sede straordinaria di pediatria ad Arzachena vacante da luglio 2019. A decorrere da mercoledì 24 febbraio anche il pediatra in servizio nella vicina Palau andrà in pensione.

 

"Le petizioni dei genitori, le interlocuzioni, le mozioni in consiglio comunale e le continue richieste dell’Amministrazione e della Ats di Olbia per la copertura del posto di pediatra sono rimaste disattese sino a oggi, a poche ore dal pensionamento della dottoressa che, dalla sede di Palau, ha sopperito anche alle esigenze degli arzachenesi per un anno - dichiara Roberto Ragnedda, sindaco di Arzachena e presidente della Conferenza socio sanitaria gallurese -. Una situazione intollerabile che necessita di maggiore programmazione dei servizi sul territorio. Deve essere immediatamente coperta la sede di Arzachena e sostituito il medico in quella di Palau. Se non avremo risposte tempestive, ci attiveremo in ogni modo a difesa dei diritti dei nostri concittadini anche per vie legaliLa stessa situazione si verifica nelle cittadine di Sant'Antonio di Gallura e Santa Teresa Gallura, i cui sindaci sono indignati per i ritardi nelle nomine”.

 

La situazione di stallo nei servizi sanitari ad Arzachena e in Gallura riguarda anche la somministrazione dei vaccini anti Covid-19:

Sappiamo della carenza nel numero di fiale nell’Isolama la Regione deve spiegare le reali motivazioni del blocco del piano vaccinazioni previsto dalla Ats di Olbia, che prevedeva la chiamata degli over 80, di insegnanti e Forze dell’Ordine in settimana - aggiunge il primo cittadino - È necessario procedere con urgenza, inserendo tra le priorità anche gli operatori del turismo per avviare al più presto questa stagione con maggiore serenità. Altre destinazioni concorrenti sono già avanti nelle vaccinazioni e offrono certezze nelle modalità di accesso. Le aziende sono alle corde, servono risposte chiare”.