domenica, 25 luglio 2021

Informazione dal 1999

Cronaca, Nera

Air Italy: disperato conto alla rovescia contro i licenziamenti

Air Italy: disperato conto alla rovescia contro i licenziamenti
Air Italy: disperato conto alla rovescia contro i licenziamenti
Olbia.it

Pubblicato il 16 giugno 2021 alle 09:00

condividi articolo:

Olbia. Ennesimo disperato tentativo per ottenere la proroga della cassa integrazione per lavoratori Air Italy. Il prossimo 30 giugno scadono infatti i termini della Cigs per tutti, ma la possibilità di una proroga è inserita nel decreto Sostegni bis. Il Ministero del Lavoro ha convocato per domani, 17 giugno un incontro con le parti sulla procedura di licenziamento collettivo avviata da Air Italy.

"È un fatto eccezionale che il Ministero del Lavoro lasci passare il tempo previsto dalla legge per lo svolgimento del confronto teso a scongiurare i licenziamenti senza mai convocare le parti e il fatto che lo faccia solo l’ultimo giorno non è davvero un bel segnale per il futuro dei 1380 dipendenti superstiti. Deve essere chiaro che senza l’accordo di tutte le parti, inclusi gli azionisti di Air Italy, la procedura è destinata a concludersi rapidamente e nel peggiore dei modi". Così recita il comunicato stampa diffuso nella serata di ieri dalle Segreterie Nazionali AP, COBAS e USB.

"Non dobbiamo mai dimenticare che non siamo davanti a un destino cinico e baro che ha trascinato la seconda compagnia aerea italiana e le migliaia di suoi dipendenti nel baratro bensì davanti a un vero e proprio “omicidio industriale” con precise responsabilità manageriali a carico degli azionisti - gli stessi che oggi si preparano a licenziare - e di mancato controllo (ad essere buoni) da parte della politica. Politica nazionale e regionale che ha speso tante belle parole dall'inizio della dichiarazione di liquidazione dell’11 Febbraio 2020, ma che fino ad adesso ha combinato molto poco di concreto".

Le sigle sindacali AP, COBAS e USB in queste ore chiamano a raccolta tutti i lavoratori "Adesso più che mai serve la massima attenzione e mobilitazione da parte dei lavoratori che vogliano lottare ancora, uno sforzo che si richiede a beneficio di tutti dopo una stagione lunga, molto complicata e dolorosa". Per domani è prevista una nuova assemblea dei lavoratori  il giorno "17 Giugno alle ore 17:00 (il link verrà comunicato) nella quale decideremo insieme le iniziative e la data per una grande manifestazione nazionale da organizzare in tempi strettissimi. Saremo presenti inoltre il 18 Giugno presso gli scali di Fiumicino e Linate in concomitanza con le prime 4 ore di sciopero generale. Invitiamo chi si trovi già in zona a presenziare".